Il Napoli si riprende il terzo posto, Mazzarri torna a sorridere

6
52

napoli-bologna01-2010Piove ed il Napoli torna alla vittoria in notturna dopo quasi otto mesi, vittima il Bologna squarciato da una serissima crisi societaria fatta di emolumenti non pagati, contributi assicurativi ed irpef non versati che condannano i felsinei ad una sicura penalizzazione da scontare in questo campionato. Quattro gol degli azzurri che fanno sorridere Mazzarri già dopo soli tre minuti quando marca il tabellino Christian Maggio che torna al gol dopo un periodo difficile sottolineato dal tornante vicentino con un’esultanza molto contenuta.
Non esulta come suo solito ma mette in discesa la prova della squadra che scarica immediatamente la tensione agonistica facendo preoccupare non poco il tecnico di San Vincenzo che però si affida ad un Lavezzi tornato in formato “Messi” dall’ultima apparizione infrasettimanale con la sua nazionale.
Ed il sorriso di Mazzarri si fa ancora più grande a vedere la stessa teoria applicata anche ad Hamsik che riveste nuovamente i panni del bomber con una prestazione nella quale non spreca neanche un pallone e sigla addirittura un’ inattesa doppietta prima di dare spazio a Sosa. E per finire il tecnico non può fare a meno di sfoggiare tutti e trentadue denti al gol di Cavani: prestanza da fenomeno quella dell'atleta di Gesù, che invece di tirare il fiato come dovrebbe gioca con l’Uruguay tutti e novanta minuti e dopo l’ennesimo viaggio transoceanico è autore di una prestazione di tutto rispetto fatta di movimento sul tutto il fronte d’attacco, ripieghi difensivi ed il nono gol in campionato che gli permette di riagguantare Eto’o in vetta alla classifica dei cannonieri.
A tutto ciò va aggiunto la prova in crescendo di Santacroce e la positiva conferma a centrocampo del binomio Gargano-Pazienza che permette alla squadra di attuare certi sincronismi speculari al gioco degli attaccanti. Il Bologna al di là del risultato non ha mai mollato, ha sempre cercato il gioco con grande umiltà, Malesani nella ripresa prova ovviamente a pungere di più per raddrizzare il risultato schierando un tridente, ma in questo modo regala l’uomo in più al centrocampo azzurro: il Napoli gioca più rilassato e lascia qualche numero di troppo ai nuovi entrati, Siligardi e Meggiorini, proprio quest’ultimo poi firmerà il gol della bandiera per i rossoblù. napoli-bologna02-2010
Ma il risultato è rotondo per gli azzurri e c’è da star sereni, Mazzarri avrà una settimana piena con tutti gli uomini a disposizione e cercherà di recuperare al meglio i propri gioielli in vista di un ulteriore ciclo terribile che comincerà domenica prossima a Udine e passerà poi per Utrecht, crocevia importantissimo per le ambizioni europee della banda mazzarriana, nonché per le prospettive che potrebbe regalare in chiave mercato nella finestra che si riaprirà a gennaio prossimo. Non ci saranno stravolgimenti né “campagne” ovviamente, solo qualche ritocco e su questo punto De Laurentiis ha lasciato intendere che darà la combinazione del forziere per rinforzare l’organico, mentre il tecnico, con un sottile gioco di ping pong, dichiara di non aver problemi ad edeguarsi al target societario. Insomma, con la questione del mancato rinnovo a Cannavaro si aprirebbe una preoccupante voragine difensiva che andrebbe immediatamente colmata con la riconferma stessa del capitano e l’acquisto di un forte centrale. I nomi? Ruiz sarebbe un acquisto appetibile quanto oneroso nonostante sia di prospettiva; Britos, invece, la soluzione a portata di mano e probabilmente di portafogli, attesa la crisi societaria dei felsinei che potrebbe portare a più mitigate richieste. Poi, se fosse possibile far di più ben vengano ulteriori quanto ben accette sorprese, intanto prepariamoci a tirare il fiato per l’ennesimo giro sull’otto volante azzurro che a star lassù si prende sempre più gusto.

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.Net
 



6 Commenti

  1. sinceramente non pensavo che di fronte a 4 gol del napoli, fossi rimasto senza esultare, senza provare quella gioia che ogni napoletano e tifoso del napoli ovviamente provi, e stata una gara al cloroformio, sembrava scontata anche se ammetto non e cosi, ma l’avversario di ieri sera, di certo non poteva in nessun modo creare problemi, certo sono contento, ma resto dell’avviso che a gennaio e necessario dare a questa squadra un titolare forte in difesa, ed un centrocampista, quest’ultimo se fosse un calciatore forte, e non credo senza offesa per nessuno, che non ci siano giocatori sul mercato piu forti di quelli in rosa, a parte gargano, per le sue caratteristiche atletiche, penso che il napoli portrebbe raggiungere traguardi insperati ed inipotizzabili ad inizio stagione,

  2. Caro UMBERTO mi dispiace dirlo ma misa che tu appartieni a quei “PSEUDO-TIFOSI” che affolano questo sito CRITCANDO sempre e comunque l’operato della società e i risultati della squadra.
    Detto questo ieri il NAPOLI specialmente nel primo tempo ha giocato molto bene,pressing alto,senza far giocare gli avversari,giocatori determinati a vincere,rispetto all’anno scorso siamo consapevoli delle nostre forze,dobbiamo continuare così poi il secondo tempo è stato controllato per poi affondare i colpi mi è piaciuto molto SANTACROCE continuando così diventerà TITOLARISSIMO, cmq cioè non toglie che il NAPOLI a gennaio debba fare degli acquisti l’importante è rimanere tra la terza\quarta posizione fino al mercato di riparazione e capiremo la società di che pasta è fatta ossia
    1)se vuole puntare alla COPPA CAMPIONI devo comprare a gennaio e poi a giugno giocatori oggettivamente forti un esempio un CAVANI per reparto, invece
    2)se vuole puntare alla COPPA UEFA deve prendere giocatori,giovani,promettenti,di belle speranze come erano Lavezzi ed HAMSIK appena arrivarono a NApoli(anche se furono da subbito criticati)
    SEMPRE E SOLO FORZA NAPOLI
    GRAZIE DE LAURENTIS
    GRAZIE MAZZARRI

  3. Bene Emanuele, anch’io sono d’accordo con quello che scrivi.
    I tifosi del Napoli devono cominciare a cambiare mentalità, collaborando con la squadra e non criticandola dopo una partita andata male. Lo so che non bisogna guardare mai indietro (a parte il periodo in cui ha regnato Re Diego)
    ma queste soddisfazioni le sognavamo solo di notte.
    Ieri il Presidente ha promesso qualche ritocco a gennaio e a giugno. Serve qualche ricambio, specialmente in difesa. Speriamo di gioire presto sognando qualche sopresa da parte dei campioni del Napoli.

  4. Salve ragazzi, non posso non citare l’ augurio per un’ eventuale posto in Champions fatto da un grande uomo e napoletano in diretta nazionale: GRAZIE SAVIANO!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here