Passano alle semifinali di Europa League Liverpool, Siviglia, Shakhtar e Villarreal

0
153

europaleagueIn Europa League le quattro squadre che staccano il biglietto per le semifinali sono Liverpool, Siviglia, Villarreal e Shakhtar.

Partite dense di emozioni e di gol con grandissimo equilibrio soprattutto nel derby spagnolo tra Siviglia e Athletic Bilbao.

Al “Sanchez Pizjuan” di Siviglia il primo tempo è di assoluto eulibrio tra le due squadre. La partita si infiamma ad inizio ripresa quando il solito Aduriz trova un gol con la grande complicità del portiere del Siviglia che si fa sfuggire un pallone tutt’altro che imprendibile per l’1-0 del Bilbao che riapre i giochi dopo il il 2-1 dell’anadata conquistato dal Siviglia al “San Mames” di Bilbao. Non passano neanche due minuti e il Siviglia però pareggia immediatamente con una bella azione di rimessa finalizzata da un bel gol di Gameiro. Quando il centravanti del Bilbao Aduriz si fa male ed è costretto ad uscire dal campo e sembrebbe essere tutto finito per l’Athletic, arriva il bel gol di Raul Garcia per il 2-1, favorito ancora una volta da una topica colossale del portiere Soria del Siviglia, assolutamente il peggiore in campo, che rimanda ai tempi supplementari quando ormai quasi nessuno tra i tifosi del Bilbao ci credeva più. I supplementari inziano subito con un brivido per il Siviglia. Al minuto 97 Benat si trova a tu per tu col portiere del Siviglia e mette incredibilmente a lato una palla che chiedeva solo di essere spinta in rete. Su rovesciamento di fronte, prima c’è un palo del Siviglia e poi rovesciata clamorosa di Koke respinta sulla linea da un difensore dell’Athletic. Questa partita così equilibrata non solo nei tempi regolamentari ma anche nei supplementari, non poteva avere epilogo diverso dalla lotteria dei calci di rigore. Errore decisivo di Benat dal dischetto che tira centralissimo e consegna la qualificazione al Siviglia che va in semifinale.

Il Villarreal passeggia letteralmente su quello che resta di quella squadra che aveva eliminato la Lazio giganteggiando soprattutto nella gara di ritorno a Roma. Due gol dell’onnipresente Bakambu, con la media di un gol a partita in Europa League, e un gol a testa di Castillejo e di Bruno Soriano, spazzano via qualsiasi resistenza dello Sparta Praga che dice subito addio alla qualificazione. Nel finale arrivano due gol dei cechi che non spostano assolutamente niente nell’equilibrio delle due gare.

Stesso discorso per lo Shaktar contro lo Sporting Braga, assolutamente mai in partita né all’andata né tantomeno al ritorno. Apre le danze un rigore calciato magistralmente dal veterano croato Dario Srna. Il raddoppio arriva con un autogol di Ferreira che bisserà questa sua prodezza al contrario anche nella ripresa. In evidenza anche Kovalenko autore del terzo dei quattro gol con cui gli ucraini spazzano via il Braga.

La gara di maggiore fascino si gioca certamente ad Anfield tra il Liverpool di Klopp e la sua ex squadra, il Borussia Dortmund. In una cornice di pubblico fantastica caratterizzata anche dal fatto che le due tifoserie hanno in comune il loro inno “You’ll never walk alone”, i tedeschi sembrano mettere subito in ghiaccio la qualificazione andando sul 2-0 dopo 9 minuti con i gol lampo di Mikhytarian e di Aubameyang. Quando sembrebbero chiusi tutti i giochi, ad inizio ripresa arriva il bel gol di Origi, che la nazionale italiana si troverà di fronte nei prossimi europei di Francia 2016, In un continuo di emozioni e di bei gol da una parte e dall’altra, arriva il 3-1 per i tedeschi ad opera di Reus. Sembrerebbe finita ma ad Anfield mai nominare questa parola. E infatti nel giro di cinque minuti arriva il pareggio del Liverpool ad opera di Coutinho e di Sakho che fanno vivere minuti finali di autentico thrilling. Al minuto 91 il colpo di scena finale. Quando tutto sembrava finito per gli inglesi, arriva un bel cross dalla destra di Milner per la testa di Lauren che diventa l’eroe della serata e insacca di testa in pieno recupero il gol della qualificazione quasi insperata per il Liverpool. 4-3 finale per il Liverpool in una partita che i tifosi inglesi ricorderanno a lungo con il loro allenatore Jurgen Klopp letterlamente scatenato a bordo campo negli ultimi minuti incandescenti di gioco.

 

 

 

Natale Giusti – Napolisoccer.Net



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here