Il rigore su Albiol sparisce dalle sintesi, noi vi mostriamo la trattenuta

1
468

albiol_20-1-2016Chi ha visto Napoli-Verona soltanto attraverso le sintesi, i così detti higlights delle partite delle emittenti a pagamento, potrebbe avere qualche problema di comprensione delle proteste del Verona nel dopopartita. A cosa si riferiscono Delneri e Bigon quando invocano il rosso per Albiol? Questo è il quesito che chiunque potrebbe porsi se si affidasse ai 42 secondi di Mediaset Premium, che mostra soltanto le reti di Napoli-Verona quando la settimana scorsa, per Udinese-Napoli, aveva mostrato anche il rigore sbagliato da Fernandes, i falli che hanno portato ai due rigori, e l’espulsioni di Higuain. Oppure se decidesse di visionare la sintesi di Sky Sport, che in un primo tempo ricco di occasioni, preferisce mostrare agli spettatori il tiro sbilenco di David Lopez piuttosto che la palese trattenuta che porta allo strappo della maglia di Albiol, e le relative proteste – plateali – dello spagnolo.

 

Nella circostanza, come sottolineano le moviole dei quotidiani sportivi, l’errore della terna arbitrale è doppio. Innanzitutto c’è un calcio di rigore per la trattenuta ad Albiol che, anche se a palla lontana, ma con la sfera in gioco, viene bloccato dal suo diretto avversario che finisce per creargli un buco nella maglia, nel lato posteriore, all’altezza dei reni. In un calcio che prova a rendersi quanto più conforme possibile ai regolamenti, al punto da produrre di proposito magliette che si strappano con evidenti trattenute, com’è possibile non giudicare da calcio da rigore una trattenuta che questo strappo comporta? Nel fermo immagine isolato per i nostri lettori si vede nitidamente la schiena del difensore spagnolo del Napoli venir fuori dalla divisa di gioco, col pallone in aria.
trattenuta Albiol
Quello che ci preme sottolineare è che tale fermo immagine, o un qualsiasi replay dell’azione che includesse il fallo, non è stato proposto in diretta o nelle sintesi. Al massimo si è cercato il momento delle proteste di Albiol nei confronti dell’arbitro di porta, Mazzoleni. L’azione è continuata mentre Albiol restava nei pressi di Mazzoleni a perpetrare le sue proteste, ricevendo un cartellino giallo soltanto nel momento in cui il pallone finisce fuori dal campo per un nuovo corner in favore degli azzurri.
E qui c’è il secondo errore: se calcio di rigore non c’era, la reiterazione degli atteggiamenti di protesta di Albiol, che tocca l’arbitro sulla spalla e fa il gesto di applaudire, avrebbe meritato un secondo cartellino giallo e, quindi, l’espulsione. Ma si può espellere un calciatore che chiede un calcio di rigore con una maglia strappata tra le mani? Si può prendere una decisione del genere dopo quanto accaduto a Udine con Gonzalo Higuain?
Ancora una volta si dimostra, in maniera palese, l’inadeguatezza della classe arbitrale. Ma non solo. Ancora una volta si evidenzia anche come la costruzione delle immagini televisive favorisca una versione del racconto piuttosto che l’altra. Chi non ha guardato la partita nella sua interezza, ad esempio, non avrà notizia, almeno non visiva, della trattenuta subita da Albiol. E chi non ha accesso alle immagini di Mediaset Premium, che detiene i diritti di archivio delle immagini televisive per questa stagione, non potrà rendersi conto dell’entità della trattenuta e della sua irregolarità. Ai nostri lettori lasciamo il giudizio su quanto possa essere considerato accettabile quanto descritto.

 

C’era un calcio di rigore per il Napoli. È stato negato per un errore degli arbitri. Albiol ha platealmente e reiteratamente protestato. È stato soltanto ammonito, con altro errore arbitrale. Il doppio errore viene dimenticato, per così dire, nella scelta delle immagini delle sintesi di Mediaset Premium e Sky, detentrici dei diritti di trasmissione e riproduzione televisiva delle immagini. Soltanto alla sera, nella Domenica Sportiva alla Rai, si scorgono l’azione, le proteste di Albiol, l’ammonizione. Nessun commento però, nel giudizio dell’azione. Commento che compare, tra le parole di Cerqueti, quando all’inizio dell’azione che porta alla rete di Gabbiadini, il giornalista Rai dice, testualmente, che: “l’arbitro privilegia il Napoli” nel duello tra Jorginho e Gomez a centrocampo.

 

Alberto Francesco Sanci – Redazione Napolisoccer.net

 

 



1 COMMENTO

  1. …parlare di “inadeguatezza” della classe arbitrale è diciamo, non consono!
    Penso che gli arbitri siano meglio dei calciatori e questo è evidente! Il rigore si può non vedere!
    Espellere Albiol, che è uno stupido, sarebbe stato troppo visto che si intuiva avesse ragione!
    Io proprio non comprendo questi commenti, quando Irrati descrive, in meglio, quello che fatto Higuain si dice “..eh ma doveva avere buonsenso..”. Quando Celi applica il buonsenso, anche perchè non difeso dai vertici, lo si attacca!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here