Francini: “Reina carica la squadra come faceva Diego. Rammarico per gennaio: mancava poco per completare la rosa”

0
185

francini_9-5-2013Giovanni Francini, ex difensore del Napoli, ha rilasciato ieri alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore…Azzurro” programma sportivo in onda su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista sintetizzati per i nostri lettori dalla redazione di Napolisoccer.net:

 

La sconfitta di Udine?

“Domenica scorsa non abbiamo visto il miglior Napoli. De Canio conosce bene gli azzurri, ma i partenopei hanno fatto una prestazione sottotono. Forse, gli impegni delle Nazionali, hanno condizionato la prova di molti calciatori azzurri. Tuttavia, senza quel gol alla fine del primo tempo, probabilmente la gara sarebbe finita diversamente”

Campionato falsato?

“Purtroppo, sono anni che si avverte una differenza di trattamento. La Juve non avrebbe neanche bisogno di questi episodi. Il derby, ad esempio, è stato condizionato dalle scelte arbitrali”

Strinic meriterebbe maggiore spazio?

“Ghoulam e Strinic sono due ottimi esterni. Il terzino algerino, come del resto quasi tutti i suoi compagni di squadra, ad Udine non ha fatto benissimo. Forse, sul piano difensivo, l’esterno croato sarebbe più utile per le trasferte di Milano e Roma”.

Napoli in affanno?

“La Juve rispetto agli azzurri ha più alternative e questo sta facendo la differenza. Tuttavia, credo che a Udine sia mancato, soprattutto, il carisma di Pepe Reina. Il portiere iberico carica la squadra proprio come ha sempre fatto Diego con noi”.

Gabbiadini?

“Manolo ha una grandissima occasione. Gabbiadini è un giocatore importante, ma purtroppo il suo rendimento è stato condizionato anche dagli infortuni. Certo, non sarà facile per lui sostituire un fuoriclasse come il Pipita”

Quanto è difficile vincere a Napoli?

“Sono orgoglioso di aver vestito la maglia azzurra, perché questa città ti trascina. La Juve è stata sempre agevolata in molti episodi, ma non vince solo per quello. Francamente, non vedevo giocare così bene il Napoli da molti anni: bisogna fare i complimenti al mister e ad i suoi ragazzi. Forse, l’unico rammarico è stato il mercato di gennaio. Peccato, perché mancava poco per completare la rosa. In ogni caso, dobbiamo essere soddisfatti perché il Napoli ha espresso il miglior gioco del campionato”

 

Redazione Napolisoccer.net
Fonte: Redazione Sportiva Gruppo Radio Amore



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here