Anticipo Serie A: Frosinone – Inter 0-1. Doppio legno dei ciociari, poi la beffa di Icardi

0
151

serie-aIn uno stadio “Matusa” completamente esaurito in ogni ordine di posto e sotto una pioggia battente, si affrontano nell’anticipo di Serie A Frosinone e Inter.

Le due squadre hanno obiettivi diametralmente opposti: per i ciociari e’ gara da vita o morte completamente impelagati nella lotta per non retrocedere. I nerazzurri hanno solo l’obiettivo quarto posto nel mirino, essendo la Roma molto distante al terzo posto.

Le due squadre scendono in campo con le seguenti formazioni ufficiali:

FROSINONE (4-3-3): Leali, Rosi, Ajeti, Blanchard, Pavlovic, Gori, Gucher, Frara, Paganini, Kragl, Ciofani. All. Stellone

INTER (4-2-3-1): Handanovic, D’Ambrosio, Murillo, Jesus, Telles, Brozovic, Melo, Biabiany, Perisic, Jovetic, Icardi. All. Mancini

Al minuto 6 ottima iniziativa di Telles sulla sinistra con ottimo cross al centro su cui non arriva nessun attaccante nerazzurri: il pallone chiedeva solo di essere spinto in rete. Sei minuti più tardi un ottimo Jovetic, al rientro dal primo minuto dopo diverso tempo, taglia per Biabiany che mette fuori da buona posizione.

Mano a mano che passano i minuti, l’Inter sembra quasi adattarsi al ritmo dei ciociari e perde progressivamente in pericolosità mentre il Frosinone sembra guadagnare metri sul campo.

Al 39′ però aziona clamorosa dell’Inter: bella iniziativa di Biabiany che mette una bella palla al centro su cui arriva Perisic che mette fuori da ottima posizione, fallendo una clamorosa palla gol.

Si chiude così sullo 0-0 un brutto primo tempo, molto tattico, in cui nessuna delle due squadre ha meritato di prevalere sull’altra. E lo 0-0 è un risultato più che giusto alla fine dei primi 45 minuti, un risultato che non serve a nessuno vista la classifica delle due squadre.

Al 55′ occasionissima per il Frosinone. Punizione battuta dalla destra, colpo di testa di Blanchard e palla deviata da Ciofani che va a pizzicare il palo alla sinistra di Handanovic. Sei minuti più tardi, azione manovrata dei nerazzurri che portano al tiro pericolosamente Jovetic con bella parata di Leali. È’ il primo tiro nello specchio della porta degli attaccanti nerazzurri che arriva dopo un’ora di gioco.

L’azione più nitida di tutta la partita per passare in vantaggio è però del Frosinone. Al minuto 63, cross di Kragl dalla sinistra, colpo di testa a botta sicura di Paganini che prende il palo interno ad Handanovic battuto.

Al minuto 71 secondo legno della gara per i ciociari. Punizione dal limite per Pavlovic che prende l’incrocio dei pali alla sinistra di Handanovic.

Due minuti dopo, la beffa per il Frosinone. Dalla sinistra Perisic cross per Icardi che, da cecchino infallibile, di testa non perdona per l’1-0 dei nerazzurri assolutamente immeritato per gli uomini di Stellone.

Al 80′ espulso Blanchard per doppio giallo, autentica mazzata che mette fine alle speranze della squadra di Stellone.

Nel finale, nonostante l’inferiorità numerica, ancora Ciofani sfiora il gol per i suoi con un tiro in diagonale, sventato miracolosamente da Handanovic in angolo.

Vittoria di misura dell’Inter che scavalca momentaneamente la Fiorentina e mette un po’ di pressione alla Roma, ma risultato assolutamente bugiardo per il Frosinone che avrebbe meritato almeno il pareggio.

 

 

Natale Giusti – Napolisoccer.Net

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here