Careca si propone: “Per il Napoli lavorerei gratis. La squadra gioca il calcio più bello, lo scudetto non è impossibile”

0
204

careca_20-12-2015L’ex attaccante del Napoli e del Brasile, Careca, ha rilasciato una lunga intervista pubblicata sull’edizione odierna del Corriere dello Sport. La redazione di Napolisoccer.net ha sintetizzato per i propri lettori i passaggi più interessanti dell’intervista, ricordando che la stessa è disponibile, in versione integrale, acquistando una copia del quotidiano in edicola. Queste le sue parole: “Nell’anno del secondo scudetto c’è qualcosa che somiglia a questa stagione: a otto giornate dalla fine eravamo a due punti dal Milan, a una vittoria di distanza come oggi. I rossoneri persero a Torino, contro la Juventus: chissà che stavolta a campi invertiti non possa finire allo stesso modo, con il Milan a fare lo sgambetto ai campioni d’Italia. C’è grandissima incertezza, anche se il Napoli gioca il calcio più bello. Il Napoli in campo è un piacere per gli occhi, e gioisco nel veder giocare Allan e Jorginho: sono impressionanti per grinta e creatività.
Affinché resti il ricordo di questa stagione, tuttavia, c’è bisogno di vincere lo scudetto e non è impossibile. La Juve è tosta, non si arrende, ha fatto un recupero prodigioso. Sia il Napoli che la Juve hanno due partite difficili da qui alla fine, ma guai a sottovalutare le altre. Lo scudetto si assegnerà a tre domeniche dalla fine: viste le avversarie di entrambe, i rischi sono ridotti al minimo nelle ultime tre. Faccio il tifo per il Napoli, ovviamente, però mi sembra evidente che nelle prossime cinque ci si giochi tutto. In calendario ci sono due gare difficili da affrontare per entrambe, ma guai a sottovalutare le altre partite. 
Sono stato a Castel Volturno, ho parlato con Giuntoli, gli ho dato la mia disponibilità: lavorerei gratis, sono pronto a girare l’intero Sud America. Ho provato sensazioni bellissime nel tornare a Napoli, ho provato a camuffarmi ma ho passato giorni ad abbracciare tifosi. Scoprire che non è cambiato niente è stupendo, Napoli è meravigliosa, mette allegria. Chi gioca al calcio deve provare l’emozione unica che si avverte quando si scende in campo al San Paolo con quella maglia: non ci sono eguali al mondo!”.

 

Redazione Napolisoccer.net
Fonte: Corriere dello Sport 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here