Denuncia a Rizzoli, parla Giordano: “Si verifichi la violazione dei principi di lealtà sportiva e un’eventuale condotta antigiuridica”

0
213

nicola rizzoli foto da internetUna denuncia nei confronti dell’arbitro di Torino-Juventus, Nicola Rizzoli. La notizia è di ieri ma è di quelle che ha colto nel segno e, soprattutto, nel cuore dei tifosi napoletani. Che l’arbitraggio della partita in questione non sia stato all’altezza è stato ormai acclarato da più parti, le moviole si sono tutte espresse e sembra che lo stesso Rizzoli, in una dichiarazione privata al telefono, abbia dichiarato di aver “sbagliato partita”. Ma l’iniziativa dell’avvocato Luigi Giordano, caporedattore del portale Pianetanapoli.it, è di quelle che, quantomeno, fanno parlare. E’ stata rilanciata anche dall’edizione online del Corriere dello Sport, oltre che da quasi tutti i portali che seguono le vicende del club partenopeo. La redazione di Napolisoccer.net ha raggiunto direttamente l’avvocato per una dichiarazione in esclusiva che spieghi meglio il merito e il fine dell’iniziativa legale: “L’esposto-denuncia è stato presentato alla Procura della Repubblica di Torino affinché, riepilogando tutti gli errori tecnici e la mancata applicazione delle regole del gioco del calcio da parte del signor Nicola Rizzoli nel corso della partita Torino-Juventus, si verifichi se vi siano i presupposti per la violazione dei principi della lealtà sportiva e di una condotta anti-giuridica, tesa a danneggiare il Torino e i suoi tifosi, e chiaramente anche il Napoli e i suoi tifosi che sono in lotta punto a punto per lo scudetto e il titolo di Campioni d’Italia. Se si verificassero tali presupposti vi è il concreto rischio che venga falsato il Campionato di Serie A 2015/16 sia nella lotta al vertice che per la salvezza. E, chiaramente, con un pregiudizio di tutti gli abbonati che acquistano dei titoli validi per vedere le partite in modo equo e con arbitri onesti che gestiscano le gare del campionato. E’ stata chiesta anche una denuncia della Federazione Italiana Gioco Calcio in quanto è l’organo preposto alla retribuzione degli arbitri, che deve controllare se vi è una condotta anti-giuridica da parte dei propri tesserati; e quindi una sorta di concorso in colpa vigilando. Vediamo se il Pubblico Ministero, ascoltando le parti in causa, decide di procedere o di archiviare”. 

 

Redazione Napolisoccer.net

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here