C’era un bel Napoli… e Dossena lo “punisce”

20
55

europaleagueSi spezza improvvisamente il sogno accarezzato dal Napoli di uscire vittorioso dall’Anfield dopo aver assaporato la vittoria per settantacinque minuti incessantemente incoraggiato dai numerosi sostenitori azzurri che incitavano i propri beniamini a non mollare.
E’ questo il ricordo che i partenopei porteranno a casa, insieme al primo tempo in cui hanno dominato i reds trafitti alla mezz’ora dalla rete di Lavezzi, quando tutto ancora sembrava girare a meraviglia. L’argentino era la ciliegina sulla torta di una squadra fatta di densa crema, molto compatta e ben organizzata, difesa alta ed equilibrio tra i reparti, col gruppo che prevaleva sulle individualità, attento a chiudere gli spazi, a concedere quasi niente ai padroni di casa, pronto a rilanciare l’azione.
Certo, è un pò mancato all’appello Cavani, apparso in verità poco in palla, mentre poco incisivo era apparso Maggio – più sostanzioso il suo contributo nella seconda parte di gara – sul versante destro a dispetto della parte mancina dove Dossena era apparso lucido e ficcante.
Tutta un’altra storia la ripresa con Hodgson costretto a chiedere l’apporto di Gerrard – fino a quel momento in panchina – ed il Napoli che perde il giusto atteggiamento tattico cedendo metri alle linee inglesi, ma difendendo bene, anche se De Sanctis è chiamato al miracolo dopo soli sei minuti su Ngog mentre alcuni minuti dopo vede sfilare di poco a lato una conclusione di Meireles su errata respinta di Dossena.
E’ il campanello d’allarme dell’esterno sinistro, involuto rispetto alla prima frazione, perché sarà lui a fornire con un maldestro retropassaggio l’assist per il gol del pareggio di Gerrard. Come spesso accade, a questo punto, il Napoli perde la lucidità e favorisce il ritorno dei padroni di casa che incominciano a cercare maggior profondità grazie all’impulso da parte di Gerrard e così arriva il fallo da rigore commesso da un frustrato e stanco Aronica che si oppone goffamente a Johnson. Gerrard è freddo a infilare all’88° De Sanctis per il 2-1, ma né sazio né domo un minuto dopo realizza il definitivo 3-1 approfittando dell’ennesima leggerezza di Dossena che ha difficoltà a controllare la palla e favorisce l’inserimento a rete del suo ex capitano che con la tripletta porta via il pallone della gara.
Sicuramente una punizione troppo severa per gli azzurri e forse anche per Mazzarri che comunque non ha osato a cambiare nonostante le difficoltà evidenti in cui versavano Dossena ed Aronica, forse non essendoci cambi naturali avrebbe rischiato di snaturare troppo un gruppo che in fin dei conti fino a due minuti dalla fine era ancora imbattuto.
Purtroppo questo è il calcio ed il Napoli deve prendere atto che la rosa è troppo ristretta per una competizione importante come questa anche se ci vorrà un miracolo, adesso, per immaginare la possibilità di superare la fase a gironi data la concomitante vittoria della Steaua sui prossimi avversari azzurri dell’Utrecht.

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.NET

20 Commenti

  1. C’era un bel Napoli… e Dossena lo “punisce Non è esatto : C’era un bel Napoli… e mazzarri (come sempre) lo punisce non vorrei che remasse contro se stesso non perche’ è autolesionista ma solo perche’ è incapace a leggere le partite è il suo limite evidentissimo agli occhi di tutti è un grande motivatore ma non sa “leggere” e si incaponisce nelle sue convinzioni ottuse non sapendo gestire la squadra nei momenti delicati delle partite secondo me ha illuso x 45 minuti perdendo l’ennesima occasione di far gioire quei grandissimi TIFOSI al seguito della squadra…. fino a liverpool Dovrebbe chiedere scusa ma non è obama E’ il solito italiotto con un pizzico di potere che ha paura di perdere la poltrona e non sa riconoscere i propri errori ! Saluti

  2. La rosa è stretta, ma abbiamo i panchinari perchè non utilizzarli?
    Cribari è peggio di Aronica?
    Yebda o Blasi sono peggio di Pazienza o Gargano ?
    Sosa non poteva entrare al posto di Cavani a 15′ dalla fine ?
    Grava non poteva sostituire Dossena a 15′ dalla fine?
    Ebbene per me la colpa è di Mazzarri che ha avallato l’ acquisto di questi giocatori ( o no ? ) e poi non li usa.
    Se non fosse così allora dovrebbe dimettersi.

  3. Sono proprio deluso da Mazzarri, ma a che serve un cambio all’88° non solo in questa occasione ma anche in campionato! Altre squadre che inseriscono diciottenni (…come il Liverpool) o giocatori della primavera vincendo le partite sono più brave del Napoli. Noi invece teniamoceli in panchina….ben stretti! E non lamentiamoci se talenti come Santacroce, Dumitru ecc… chiedano di andar via! La verità poi e che i “piedi buoni” ed ” i nomi buoni” a Napoli non verranno mai per quella stupida e inutile barriera posta dal DELA dello sfruttamento d’immagine. Un presidente vero e non un imprenditore, questo chiedono i tifosi

  4. dico la mia senza alcuna pretesa: avendo una rosa ristretta come ha voluto Mazzarri è logico che devi imparare a gestire la partita non solo con le sostituzioni, ma con soluzioni tattiche differenti. Purtroppo questo ne Napoli non avviene, forse si pensa che i terzini debbono fare la fascia avanti indietro x 95minuti, forse si pensa che Gargano possa pressare alto x95minuti, forse si pensa che Cavani possa rientrare fino alla ns difesa per 95minuti con la stessa intensità? I continui errori difensivi sono dovuti solo alla qualità dei giocatori o anche perchè impostare con la difesa a 3 a volte ti porta a non avere un compagno sulla tua linea a cui passare la palla. Cannavaro col Chievo, Cribari col Cesena, Dossena con il Liverpool errori troppo simili per essere imputati solo alle qualità tecniche dei giocatori. Io stimo Mazzarri, e spero trovi una soluzione a tutto questo e soprattutto si metta un pò in discussione e riveda un poco le sue posizioni, perlomeno tentare. Forza Napoli

  5. Ha ragione magic55. Il signor Mazzarri farebbe bene a lsciare la panchina. E’ ormai arcinoto che, oltre a sbracciarsi e a prendersela con l’arbitro, di tattiche calcistiche ne sa veramente poco se non niente.
    E’ possibile che non capisca che non attuando le varie correzioni
    durante le partite non fa altro che spremere i soliti giocatori.
    Esempio: Cavani all’inizio del campionato ha segnato caterve di gol ora è fermo come un palo della luce. Come mai?

  6. dossena complimenti per gli assist..(nell’area sbagliata)….
    se volevi rimanere a liverpool bastava dirlo…. grazie!!
    attribuisco a te e a mazzarri questa deludente sconfitta…
    tu hai fatto 2 mega-stronzate da principiante e mazzarri ha vanificato tutto nel secondo tempo non sostituendo quelli che avevano bisogno di rifiatare tipo lo stesso dossena che nel primo aveva fatto bene, forse troppo!!
    la cosa che piu’ mi fa male e’ che siamo nettamente superiori al liverpool ma torniamo a casa con un pesante 3 a 1…
    mazzarri rivedi la tua politica dei “titolarissimi” che cosi ti stai giocando il posto…
    hai fatto troppe volte gli stessi errori, la gente e’ stufa!!!!!!!!!!

  7. Avevamo la partita in pugno fino al minuto 75….dopodichè siccome il SIG. Mazzarri deve per forza fare giocare 88 minuti i cosidetti TITOLARISSIMI è questa la fine che facciamo.
    Cavani andava sostituito,Pazienza meglio che sto zitto!!,Hamsik ormai sembra un fantasma in campo,Dossena si dovrebbe ricordare di essere mancino.
    L’unica luce di questa squadra è il POCHO.In europa non siamo all altezza e se per puro caso dovessimo andare avanti(io spero di NO)…allora caro presidente tira fuori il portafoglio e facciamo 2 acquisti di valore!

  8. Ancorpiu la rosa e stretta Mazzarri dovrebbe sfruttare in modo sistematico e continuo le riserve,che a parer mio ce ne sono anche di maggiore qualita rispetto a qualche titolare

  9. Onestamente penso che non ci sia molto da drammatizzare.
    Dobbiamo essere ottimisti sia per la qualificazione, che in fondo quella interessa, sia per il 75 minuti giocati.
    ovviamente facendo ammenda degli errori che abbiamo commesso e che hanno compromesso una bella serata.
    secondo me del buono c’è e si è visto, del resto non siamo in europa continuamente da 20 anni, ma ci siamo adesso affacciati, dopo una breve parentesi di intertoto.
    pertanto, gli errori insegnano, e credo che con innesti giusti ed oculati, questa squadra può valorizzarsi ancora di più.
    Sono fiero del mio napoli che è uscito a testa alta da Anfield Road!

  10. bene tonino e magic, i pupilli di mazxzarri, maggio ed aronica, giocano sempre.mazzarri prenditi le responsabilità della campagna acquisti tu e o presidente,state facendo come i 2 compari.

  11. Magic55 ha ragione in parte: SI’ i panchinari sono peggio dei titolari ! ed è evidente che Mazzarri aspetta la morte di un titolare prima di inserirli. Quindi la rosa non è assolutamente adeguata ai nostri obiettivi. Abbiamo 3/4 giocatori ottimi, e altri discreti, ma non possiamo cambiarli come fa la Lazio add esempio.
    Ieri Juve Samp e Palermo non hanno fatto grandi risultati ma gli mancavano 8/9/10 titolari!
    E noi? Se per disgrazia dovessimo fare a meno di Cavani, Lavezzi, e un altro paio di titolari? Saremmo una squadra di serie B.
    Questo è il problema e purtroppo ci porterà ad un inevitabile crollo in campionato.
    Speriamo si acquistino giocatori adatti all’obiettivo e NON si vendano quelli decenti.
    saluti a tutti e su col morale…

  12. Anchio sono ormai convinto che Mazzarri non è all’altezza del Napoli che vorremmo. E’ buono nello spogliatoio per dare la carica ai giocatori che poverini cela mettono tutta, ma non “vede” la partita e quindi non ha il coraggio di cambiare i giocatori sia prima che durante la partita. E’ questo è ancor più grave per un Napoli con una rosa ristretta che deve giocare ogni 3/4 giorni. Forza Napoli!

  13. Sulla capacità di lettura della partita di Mazzarri, sono d’accordo anche io… Sarà anche un grande motivatore, un attento studioso dei limiti e difetti degli avversari, ma non sa leggere le partite in corsa… Rimpiango tremendamente Reja in questo, perchè era un attento lettore delle situazioni di gioco e quando era ora intuiva chi sostituire e chi far entrare al suo posto… Ricordate gli innesti a partita in corso di un certo Pampa Sosa???..
    Mazzarri, invece, si incaponisce, non fa mai cambi decisivi a partita in corso e punta troppo spesso sui suoi fedelissimi, tipo Aronica e Maggio.. E poi i risultati sono questi.. Ieri doveva sostituire Dossena, Cavani e Aronica e invece inutile sostituzione a neanche dieci minuti dalla fine…
    E poi la panchina corta l’ha voluta lui… Vediamo almeno di vincere domenica, che l’anno scorso ‘amm fatt na figura e m… col Parma… Fuori il carattere!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here