La Phard perde il primo round tricolore

0
20

PHARD NAPOLI 59 – FAMILA WUBER SCHIO 74.
Schio espugna il PalaBarbuto in gara-1 delle finali scudetto

PHARD NAPOLI: Paterna n.e., Cirone 13, Mauriello 3, Giauro, Barnes 2, Gentile 3, Horasan 6, Ndiaye 11, Lesdema n.e., Holland-Corn 21. All. Molino.

FAMILA WUBER SCHIO
: Moro 2, Butler, Donaphin 15, Tassara 3, Sanchez 3, Masciadri 10, ‘Ngoysa 12, Ress 2, Ciampoli 6, Macchi 21. All. Orlando.

ARBITRI: Pisoni (Mi), Flamini (Fe).

NOTE: parziali 18-19, 30-36, 47-53. Tiri da due: Napoli 17/37, Schio 21/38. Tiri da tre: Napoli 5/21, Schio 7/16. Tiri liberi: Napoli 10/12, Schio 11/17. Rimbalzi: Napoli 28, Schio 40. Uscite per 5 falli: nessuna.

Si complica subito la strada che porta al Tricolore per la Phard Napoli che perde al PalaBarbuto gara-1 delle finali Scudetto contro Schio. Le azzurre, stanche dopo la battaglia di Taranto mercoledì sera, non sono riuscite a reggere il ritmo della Famila che è riuscita a gestire il match sempre con la massima lucidità. Non è bastato, quindi, neanche l’apporto di un calorosissimo pubblico che ha gremito le tribune del palazzetto sulle quali era seduto anche il direttore generale del Napoli, Pierpaolo Marino.
Si parte con coach Molino che conferma il solito quintetto con Cirone in regia al fianco di Holland-Corn, Barnes, Horasan e Ndiaye, mentre Orlando risponde con Moro, Tassara, Macchi, Donaphin e ‘Ngoysa. Si comincia a razzo con Macchi a mettere i primi due punti, ma la Corn risponde subito con una tripla delle sue. La Famila prova a scappare ma prima Ndiaye e, poi, un gioco da tre punti di Cirone tengono avanti le azzurre (8-6 dopo 3’). Il match procede in equilibrio con gli attacchi ragionati di Napoli che producono buoni tiri, anche se non sempre concretizzati (10-12 a 4’ dalla prima sirena). Entrambi i quintetti giocano un’ottima pallacanestro, ne viene fuori una sfida gradevole con l’equilibrio a farla da padrona (18-19 al suono della prima sirena). Si riparte con Ndiaye che riporta avanti Napoli che, però, si blocca per un paio di minuti e subisce un parziale di 6-0 firmato da Ciampoli e Masciadri (20-25 a 7’ dal riposo). La Phard si riporta subito a contatto con Holland-Corn che si produce nel suo numero migliore: rubata e contropiede (25-28). Masciadri replica con la tripla del +6, ma un gioco da tre punti della Ndiaye tiene le azzurre a -3 (28-31 a 3’ dall’intervallo lungo). Un paio di decisioni arbitrali perlomeno dubbie, però, permettono alla Famila di allungare proprio sul finire del secondo quarto, con la Phard che riesce a limitare i danni con Horasan andando negli spogliatoi sotto di 6 (30-36).
Si torna in campo e Schio ritrova subito il massimo vantaggio con Donaphin (30-38), ma Cirone risponde con un 4-0 che tiene le azzurre a -4. Tocca quindi alla Holland-Corn salire in cattedra con due triple, ma sono i liberi della Ndiaye a riportare Napoli a -1 (41-42 a metà della terza frazione). La replica di Schio non si fa attendere e, con un parziale di 9-0, vola per la prima volta a +10 (41-51 a -3’ dall’ultimo intervallo). Horasan e ancora la Corn provano a scuotere le azzurre che rientrano fino al -4 (47-51), prima che Ngoysa metta il canestro del 47-53 sul quale si chiude il terzo quarto.
Negli ultimi 10’ Napoli prova ad allungare la difesa, ma è ancora Schio a provare la fuga con le triple di Sanchez e Macchi che valgono addirittura il +12 (49-61 a 6’ dalla fine). Una bomba di capitan Gentile tiene viva la Phard, con la Mauriello che la imita poco dopo per il -8 delle azzurre a 4’30” dalla sirena finale. La Donaphin ristabilisce il +10 per le ospiti. A Napoli, quindi, servirebbe un’altra impresa stile Taranto, ma Schio è brava a gestire gli ultimi possessi tirando con ottime percentuali dalla lunetta. Finisce, quindi, con Schio che festeggia la prima vittoria in questa serie di finale, mentre adesso Napoli per non scucirsi lo Scudetto dovrà sbancare per ben due volte il parquet della Famila. Impresa certamente difficile, ma non impossibile per un gruppo che è abituato a stupire.

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: Phard Napoli

SHARE
Previous articleMoto: Incidente in prove coppa Italia, muore pilota 24enne
Next articleLe pagelle di Napolisoccer.NET: Napoli-Siena
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LEAVE A REPLY