Gianello saluta i tifosi: “Grazie Napoli. Qui ho trascorso momenti indimenticabili”

3
34

gianello3

 

"La gare di Verona e Genova in serie B i ricordi più belli, Rosati darà una grande mano"
L'ormai ex portiere del Napoli, Matteo Gianello, è intervenuto questo pomeriggio a Radio KissKiss Napoli, rilasciando le seguenti dichiarazioni, sintetizzate da Napolisoccer.NET: "A Napoli ho trascorso sette anni bellissimi. Sicuramente mi sento un napoletano anch'io e devo dire che lascio con un po’ di dispiacere, visto che il contratto è scaduto ieri. Il ricordo più bello di quest'avventura? Momenti indimenticabili ce ne sono stati, sia di partite giocate che viste dalla panchina o dalla tribuna: sicuramente la gara di Verona, in serie B, quando vincemmo 3-1 e giocai una delle migliori partite in carriera. Come poi dimenticare Genoa-Napoli, con entrambe le squadre promosse in Serie A davanti a tifosi che erano stati finanche a Gela e Chieti? Mi rammaricano alcune cose successe tempo fa, i tifosi del Verona mi insultarono e lo fanno ancora dopo quella partita che poi fece retrocedere i gialloblu in Serie C. Rosati? Un buonissimo portiere che ha portato il Lecce alla salvezza; è da qualche anno che milita in Serie A ed ha una discreta esperienza, darà una grande mano al Napoli. Il mio futuro? Non lo so ancora, ho fiducia nel mio procuratore. Anche se negli ultimi due anni non sono sceso in campo, mi sento in forma come mai nella mia carriera. La passione per il calcio non ha categoria, sarei disposto a scendere anche di tre categorie, pur di giocare con continuità. Hamsik? Leggo i giornali e vedo la tv, se fossi in lui resterei a Napoli, dove può maturare ancora di più. Se poi le ambizioni di Marek non dovessero collimare con quelle della società, potrebbe pensare ad un’altra squadra, ma fra tre, quattro annni. Hamsik è ancora giovane, qualche anno in più a Napoli può solo fargli bene, pertanto resterei ancora qualche anno in azzurro, per accumulare altra esperienza e poi ambire a palcoscenici maggiori. Non che Napoli non sia una grande piazza, ma bisogna vedere le ambizioni di Marek”.
 

 

 

Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteHamsik si confessa alla Gazzetta? Ma non era Sky ad aver fatto l’intervista?
Prossimo articoloIl tridente delle meraviglie Messi-Tevez-Lavezzi debutta stasera
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

3 Commenti

  1. addio gianello.. La vekkia gurdia sta scomparendo man mano.. Un po mi dispiace ma il calcio e questo.. Mi e dispiaciuto anke x yebda ma nn e colpa di delaurentis mazzarri nn lo voleva.. Un altro ke sene va e sosa visto ke ci sn zero possibilita ke giochi.. A meno che nn riescono a venderlo allora tribuna ogni domenica.. Il nuovo napoli si sta formando vamos campeon!

LASCIA UN COMMENTO