Lakrout: “Yebda è molto contento per il rapporto che ha instaurato con il pubblico partenopeo”

2
129

Ahmed Lakrout, giornalista algerino tra i giurati del Golden Foot ed inviato per il calcio italiano de Le Buteur, il principale quotidiano sportivo algerino, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista:
“L’ambientamento dei calciatori algerini nel campionato italiano? Gli algerini spesso giocano nel campionato francese, per ragioni storiche e linguistiche. Il primo ad aprire questa strada è stato Zidane. Mentre, il primo calciatore algerino a giocare nel campionato italiano è stato Meghni.
Yebda? Prima di arrivare in Italia ha parlato con i calciatori algerini che già militavano nel campionato italiano, ovvero Ghezzal e Mesbah oltre allo stesso Meghni. Oltretutto, avendo già giocato al San Paolo con la maglia del Benfica, era rimasto impressionato dal calore del pubblico partenopeo. Dopo Napoli-Liverpool ho avuto modo di parlargli e mi è sembrato sereno e tranquillo, anche se pensava di poter giocare di più. E’molto contento per il rapporto che ha instaurato con il pubblico partenopeo. Il calore e l’affetto dei napoletani l’ha davvero colpito.
Cosa significa Hassan Yebda in arabo? “Buon inizio”, anzi speriamo che questo possa essere di buon auspicio. Nonostante abbia giocato poco, mi è sembrato contento e, soprattutto, convinto di poter dare molto di più alla causa azzurra.
Un consiglio algerino per il mercato del Napoli? Direi Madjid Bougherra, un difensore algerino che milita nei Glasgow Rangers. L’altro ieri è stato eletto il miglior calciatore arabo militante nei campionati europei. Nell’ultima partita dei Glasgow Rangers è stato premiato come miglior giocatore in campo. Somiglia un po’ a Cannavaro, magari, Yebda potrebbe consigliarlo al club azzurro.
Perché non ho votato Totti al Golden Foot? Il risultato va sempre rispettato, anche se per me è stata una sorpresa. Questo è un premio alla carriera, io l’avrei assegnato a Zanetti, Gerrard o Buffon.
De Laurentiis? Ho avuto il piacere d’incontrarlo, dopo il match con il Liverpool. E’ convinto che Yebda possa dare il suo contributo al Napoli. Personalmente, sono convinto che finora non ha fatto ancora intravedere tutte le sue potenzialità a causa di una preparazione sbagliata. Non bisogna sottovalutare che essendo stato messo fuori rosa dal Benifca, ha dovuto svolgere tutta la preparazione da solo. Questo, certamente, non è stato il viatico migliore per presentarsi ai nastri di partenza dell’attuale stagione”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Redazione Sportiva Radio Amore Campania



2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here