I prossimi avversari: il Siena

0
25

Per il penultimo turno casalingo della stagione al San Paolo sarà di scena il Siena di mister Beretta. La squadra senese, dopo la sconfitta casalinga della scorsa settimana ad opera del Genoa, scende a Napoli con la volontà di far punti per archiviare matematicamente (e definitivamente) una stagione che era partita male ma che si sta concludendo nel modo migliore, visto il quasi certo raggiungimento dell’ennesima salvezza.

I toscani, guidati dall’ottimo Beretta, dovranno rinunciare all’esperto difensore Bertotto (ex Udinese, molto bravo nel gioco aereo) per infortunio ed allo squalificato Rossettini, per il resto pochi dubbi per il tecnico toscano che, come suo solito, schiererà la squadra seguendo il modulo 4-3-1-2.

A difendere la porta senese sarà schierato il portiere austriaco Manniger (dal 2006 al Siena con ottimo rendimento). In difesa, al centro, dovrebbero giostrare Loria e Portanova (ex azzurro), difensori dotati di grande forza fisica mentre sulle fasce laterali saranno impiegati Ficagna e De Ceglie (bravo nel cercare il fondo ed il susseguente cross), che avranno il doppio compito di far salire la squadra corroborando i compagni nella manovra offensiva e di chiudere gli spazi alle ali azzurre, inaridendo la manovra partenopea.

Il centrocampo bianconero sarà composto da Vergassola e Galoppa (23enne, interessante mediano da due anni al Siena proveniente dalla Roma) che occuperanno le aree laterali ed il rumeno Codrea a dare copertura alla difesa al centro. Davanti al terzetto si posizionerà, nel classico ruolo di fantasista, Locatelli (al prossimo anno giocherà probabilmente nell’Inter, con cui pare aver trovato un accordo di massima per un contratto triennale) che con il suo estro e la sua tecnica avrà il compito di mandare in tilt l’apparato difensivo azzurro.

In attacco, invede, quasi certo l’impiego del duo Frick-Maccarone. I due attaccanti assicurano al loro allenatore movimento e velocità, con il primo apprezzato per il fiuto sottorete e la rapidità di esecuzione ed il secondo che svaria libero di incunearsi negli spazi per sorprendere la difesa avversaria.

Le due squadre hanno poco da chiedere a questo campionato e probabilmente si assisterà ad una partita aperta, giocata senza l’assillo del risultato, tra due formazioni che hanno la chiara intenzione di chiudere in bellezza la stagione.

Gianni Doriano
 

Condividi
Articolo precedentePazienza: “Voglia di conquistare l’Europa con il Napoli”
Prossimo articoloNapoli-Siena: le probabili formazioni
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO