Ponticelli (Ass. Sport): “I danni al San Paolo per fortuna non sembrano irreparabili”

7
91

ponticelli-delaurentiis-internetAlfredo Ponticelli, Assessore allo Sport del Comune di Napoli, è intervenuto oggi sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: "Intorno alle 19 di ieri, un gruppo di ragazzini si è intrufolato nello stadio San Paolo. Al momento stiamo valutando il tutto prima di dare ulteriori notizie. Dobbiamo capire da dove hanno scavalcato e come sono entrati all'interno della struttura. I danni per fortuna non sembrano ingenti e irreparabili. Dopo aver riparato il tutto, bisognerà scoprire e comprendere la motivazione che li ha spinti. Secondo me non sono semplici atti vandalici di un gruppo di ragazzini e non credo che sia un caso e una coincidenza il fatto che giovedì si giocherà con il Liverpool, dovremmo dunque approfondire e valutare tutto prima di dare informazioni dettagliate".
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Kiss Kiss Napoli



7 Commenti

  1. la camorra vuole rovinare l’unica realta pulita che ancora resiste in campania.
    via da napoli delocalizziamo lo stadio in un’altra regione,
    cosi potremo goderci la nostra squadra del cuore. questa stupida gente non capisce che alimentando la cultura del crimine contribuisce alla loro stessa morte.
    ottusi, ignoranti,sottosviluppati.
    forza napoli

  2. Sono d`accordo OTTUSI, IGNORANTI E SOTTOSVILUPPATI ! Semplicemente senza mettere sempre in mezzo la camorra.!
    E poi parliamo di stadio nuovi! A Napoli devono costruire inceneritori per bruciare la spazzatura urbana e umana.

  3. non so se si tratta di camorra ma di sicuro posso dire che il clima che alcuni tifosi hanno creato , anche utilizzando questo sito, e alcune trasmissioni televisive come quella di gennaro montuori in arte palumbella non favoriscono il processo di risanamento sportivo del calcio napoli , ok capito tutto questo non ci resta che consolarci e sperare che il tutto si risolva con la civiltà che in passato non troppo recente ha contraddistinto questa città e regione in tutta europa …
    ps a quelli del sito vorrei dire di non rispondermi con la solita storia del diritto di informazione per dire tutto e tanto contro questa societa

    • Provo a rispondere senza usare il sacrosanto diritto all’informazione che pure è un o dei cardini della nostra Costituzione.
      La risposta migliore è nel fatto che nel tempo siamo ad ondate accusati di essere ora filosocietari ora contro la società. Quando si riesce a scontentare tutti, vuol dire che si è nel giusto. Siamo un gruppo eterogeneo di persone libere che esprimono il proprio giudizio senza che alcuno intervenga a censurare in nome di presunti “interessi di scuderia”.
      Quando tagliamo un commento è sempre perché non rispetta le poche regole elementari che ci siamo dati, vuoi perché volgare, vuoi perché lesivo della dignità, della fede o della sessualità altrui, oppure perché scritto in maiuscolo che equivale a gridare.
      Abbiamo sempre operato una critica costruttiva, come quando dicevamo (voce nel deserto) che la struttura societaria era inadeguata perché affidata allle mani di un solo dirigente ed abbiamo accolto favorevolmente la nuova struttura organizzativa, al di là delle competenze e delle capacità dei singoli. Se questo vuol dire ostacolare il risanamento sportivo…
      Parlare poi di chi competa il risanamento sportivo di una città sarebbe troppo complesso e fuori luogo in un sito che si occupa di sport.

  4. Ragazzi viviamo in un Paese di banane…..SE poi passiamo alle varie Regioni devo dire a malincuore che la Campania è la peggiore per vivibilità,persone che ci vivino e senzo civico sotto zero !!!! io penso e suppongo che ci sia una piccola parte di Napoli che vuole destabilizzare quello che di buono si sta creando attorno al Calcio Napoli, e poi ci lamentiamo qndo gli altri ci prendono in giro eccc…ecc…!!!! ora quello che sper che entro giovedì tutto si risolva,io ci sarò….ci sarò per sostenere il mio magico Napoli!!!!

  5. onestamente ci credo poco a sta cosa, si sta facendo di tutto per dare gli stadi alle squadre, cosi’ da costruire il calcio moderno definitivo come avviene in inghilterra, ovvero supermarket, cinema, ristoranti nello stadio, la fine totale del calcio come sport popolare. non abbocchiamo a tutto cio’ che ci dicono…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here