Hamsik, Lavezzi e Cavani: il Napoli blinda i suoi gioielli

5
110

La società programma un futuro ancora più grande e il primo passo è la fidelizzazione dei calciatori-simbolo. I tre "big" e Gargano legati fino al 2015. Cannavaro e Pazienza: rinnovi pronti.

Ben quat­tro calciatori blindati fino al 2015: Lavezzi, Hamsik, Gargano e Cavani (che sarà sicura­mente riscattato secondo le modalità prede­finite con il Palermo). Altri, come Dossena, legati fino al 2014. E presto toccherà anche a Cannavaro e Pazienza, gli unici con scaden­za, raggiungere un accordo e rimanere ag­ganciati ad un progetto che prevede l’ingres­so in Champions League prima possibile. Magari già quest’anno o al massimo nel pros­simo campionato. Il Napoli guarda al futuro ma senza trascurare il presente. All’Europa League, De Laurentiis ci tiene eccome. Era solo un bluff la dichiarazione di qualche tempo fa. Lo dimo­stra il premio pattuito con i calciatori ancor prima della sfida con la Steaua per la qua­le il club ha ricevuto solo una multa di 8mila euro per ac­censione di bengala da parte dei propri sostenitori (35mila, invece, per i rumeni). Come ha ammesso De Sanctis: "Sì, abbiamo parlato di un ricono­scimento in caso di supera­mento della fase a gironi e la società si è mostrata d’accor­do" .

LE STRATEGIE – Napoli, quindi, diviso tra presente e futuro. E con un’attenzione al mercato di gennaio sem­pre alta, ma da definire solo quando sarà il momento. De Laurentiis, Bigon e Mazzarri si sono dati appuntamento per metà dicembre quando saranno definiti i giochi per la fase a gironi di Europa League (ultima gara sarà in casa con la Steaua, il 15 dicembre) e più chia­ra diventerà anche la posizione in campio­nato. Se a quel punto, il Napoli dovesse tro­varsi ancora in corsa per la competizione eu­ropea ed in campionato l’andamento doves­se risultare ancora confortante, Mazzarri di­rà in quale reparto sarà preferibile interve­nire per irrobustire l’organico. Fino a quel momento, il lavoro dello staff che fa capo Bi­gon si limiterà ad intensificare l’opera di mo­nitoraggio peraltro già portata avanti dal set­tore scouting. Deserto, ieri, l’ufficio dove so­litamente si appoggiano i tre osservatori in­gaggiati da De Laurentiis: Micheli, Manto­vani e Zunino. Sono sguinzagliati all’estero ed in Italia (impegni delle varie Under) per scrutare da vicino i giovani finiti nel mirino del Napoli. E ce ne sono in tutti i ruoli.
 

Fonte: Corriere dello Sport



5 Commenti

  1. PIPPO ma appartieni sempre ai DETRATTORI? ossia quelli che va sempre contro il NAPOLI, cmq PER TUA INFORMAZIONE A BREVE SIA CANNAVARO CHE PAZIENZA RINNOVERANNO,QNDI INVECE DI DIRE PUTT….CON LA BOCCA SI+INFORMATO !!!

    Ti ricordiamo che se continui a scrivere in maiuscolo i tuoi commenti non potranno essere pubblicati.

  2. Emanuele meriti una risposta solo perche’, purtroppo, qui c’e’ un altro che si firma pippo. Percui deduco che stai sbagliano la persona. TI riporto quello che c’e’ scritto oggi su un altro blog di cui non faccio il nome “Il giorno dopo la rottura tra Fedele e De Laurentiis il matrimonio tra Cannavaro e il Napoli sembra vicino al divorzio. Da ieri il capitano comincia a guardarsi attorno”. Saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here