Corbo (giorn.): “Il Napoli è una squadra costruita male. Sono state sbagliate alcune cessioni”

5
9

Nel corso della puntata odierna di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore, è intervenuto il collega de La Repubblica, Antonio Corbo. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “La partita con il Chievo? Il Napoli è una squadra costruita male. Sono state sbagliate alcune cessioni. Riserve di lusso come Bogliacino e Cigarini, erano giocatori affidabili e collaudati che sarebbero potuti risultare utili alla causa azzurra. Oltretutto, è partito anche un giocatore importante come Quagliarella. Quest’anno, il Napoli deve competere su più fronti e paradossalmente, rispetto alla scorsa stagione, la rosa azzurra è stata impoverita. Ciò spiega perché si passa da una partita esaltante, come quella di Genova, ad una deludente come la gara contro il Chievo. Mazzarri? Da un punto di vista tattico, ritengo sia un allenatore molto preparato. Casomai, il problema è che il tecnico livornese non riesce a gestire una rosa ampia. E’ bravo ad allenare i titolari, ma non sa gestire le riserve. Avendo avuto troppi poteri da De Laurentiis, si è costruito una squadra docile ed ubbidiente in cui nessuno protesta, quando resta fuori. I tifosi? Possono essere aiutati a capire ciò che sta succedendo, leggendo ciò che scrivono i giornalisti migliori. Le insidie della partita di domani? Tutte le partite nascondono delle insidie. Tuttavia, per domani sono abbastanza fiducioso. Credo che tre giorni siano stati sufficienti per smaltire la fatica e la delusione del match con il Chievo. Il mercato? Spero che a gennaio il Napoli si presenti sul mercato con un dirigente autorevole per bilanciare lo strapotere che De Laurentiis ha concesso a Mazzarri. Sono partiti giocatori affidabili che sono stati sostituiti da dei punti interrogativi”.

Fonte: Redazione Sportiva Radio Amore Campania
 

5 COMMENTS

  1. sono rimasto affascinato dalla partita del nostro napoli, da quanto tempo non
    vedevo quattro gol della nostra squadra. E una sensazione fantastica.
    Via d’ ora in poi sempre con lo stesso spirito. Forza ragazzi!

  2. Sono daccordo al 101%.
    Corbo si dimostra ancora una volta giornalista capace e con indipendenza di pensiero.
    Il mio timore è che Gennaio è diventato importante perchè in quel periodo si mettono a segno i grandi colpi, ma non per Gennaio stesso ma per il Giugno successivo.
    Quest’anno dobbiamo cavarcela con i giocatori che abbiamo.
    Che almeno serva di lezione al Presidente per il futuro.

  3. A parlare sono tutti bravi. ma questo cretino ki è ??? quagliarella e un traditore, cavani e 10 volte piu forte , e poi quando parlate del napoli sciaquatevi prima la bocca….

  4. Totalmente in DISACCORDO su tutto quello scritto da CORBO.
    Io la vedo assolutamente in modo diverso.
    Meglio pochi ma buoni e che seguono con motivazione il mister che fa da leader, che una squadra di 26-27 giocatori, magari anche forti, ma che poi sono nella squadra senza GLI ATTRIBUTI mentre giocano, la MOTIVAZIONE è alla base di ogni sport.
    Assolutamente anche in disaccordo su Bogliacino (ha trovato la sua reale dimensione a Chievo) e Cigarini (ha dimostrato con i fatti che non è assolutamente non utile alla causa azzurra).
    Per non parlare di Quagliarella, che era in rottura con la società e quindi totalmente inutile tenerlo, anche per il ruolo da 1punta adattato qual’era.
    Bravo PRESIDENTE, bravo il mister, bravo Cavani, e soprattutto grande POCHO LAVEZZI, che rappresenta davvero la nostra forza e che ci fa fare il SALTO DI QUALITA’ insieme ad Hamsik, grande UOMO di campo e fuori.
    AVANTI COSì…

LEAVE A REPLY