Caffarelli: “Maiello ha ampi margini di miglioramento. Balotelli? Clamore esagerato”

0
72

Intervistato dalla redazione di Mediagol.it, il responsabile del settore giovanile del Napoli Luigi Caffarelli ha parlato della formazione Primavera partenopea che domani sarà impegnata al Cus di Palermo contro i pari età di mister Beruatto nella terza giornata del Trofeo "Giacinto Facchetti": “A parte qualche infortunato di lunga data e qualche ragazzo che ha avuto degli affaticamenti in settimana, il mister ha a disposizione un po’ tutti, del resto il gruppo è abbastanza ampio”.
Tra i giocatori del Napoli ci sarà chi a Palermo ha scritto una pagina indimenticabile della sua, ancora breve, carriera. Si tratta di Raffaele Maiello, centrocampista classe ’91 che soltanto un mese fa al “Renzo Barbera” nel triangolare estivo con i rosanero e il Valencia, ha messo a segno il suo primo gol con la maglia della prima squadra di Walter Mazzarri. “Già, ci sarà anche lui che, pur essendo uno dei ragazzi che si è affacciato alla prima squadra, sta giocando con noi. Con che mentalità è tornato in primavera? L’ho visto giocare qualche partita con noi e mi è sembrato abbastanza determinato a far bene, lui è giovane e ha ancora ampi margini di miglioramento – ha spiegato Caffarelli – è un centrocampista molto dinamico, il suo modo di giocare è quello di sfruttare gli inserimenti tra le linee e sa che deve farlo altrimenti diventa un giocatore normale”.
Domani in campo sarà una sfida tra formazioni totalmente rinnovate e tra due nuovi tecnici, arrivati quest’anno: Paolo Beruatto da una parte e Roberto Miggiano dall’altra. “Anche per noi è iniziato un nuovo ciclo, l’anno scorso abbiamo avuto un’annata particolare. Non siamo arrivati tra le prime quattro ma grazie al merito del lavoro svolto nel settore giovanile in questi cinque anni e ai sacrifici di Giuseppe Santoro, abbiamo dato diversi giocatori importanti alla prima squadra, non solo Maiello – ha spiegato l’ex gloria del Napoli dello scudetto di Maradona – adesso io e lui lavoriamo in simbiosi, io metto a servizio della società la mia esperienza soprattutto a livello tecnico e ci auguriamo di fare ancora meglio rispetto a quello che si è fatto in passato”.
Inevitabile non parlare con Caffarelli dell’argomento che ha catalizzato le attenzioni mediatiche del Bel Paese in questi giorni, ovvero il famigerato provino “saltato” di Enock Barwuah, fratello minore di Mario Balotelli, con il Napoli. “Tutti ci chiedono di fare provini e ne facciamo tantissimi ogni giorno. C’è stato il contatto con una persona che ci ha proposto la cosa e noi gli abbiamo semplicemente detto che l’avremmo preso in considerazione e che avremmo valutato successivamente, da lì è nato un clamore esagerato – ha dichiarato Caffarelli – non c’è stato neanche il tempo di fare le nostre valutazioni e dire che l’avremmo anche potuto far seguire nella squadra in cui gioca. Forse si è fatta un po’ di confusione”.
Fonte: Mediagol.it
 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here