GAME OVER: Un Napoli spumeggiante mette sotto la Samp. L’analisi di mister Iacobelli

12
57

Nuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento ed analisi sull'ultima gara di campionato, curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.

Un Napoli spumeggiante, guidato dal trio Hamsik-Lavezzi-Cavani, mette sotto i blucerchiati e riesce a sfatare il tabù Marassi. Samp-Napoli si decide tutta nel finale, ma in realtà l’andazzo è stato chiaro già nei primi 20 minuti.
 

Gli azzurri, con l’ormai collaudatissimo 3-5-2, per la prima volta in questa stagione, mettono in mostra un gioco eccellente: efficace nella fase offensiva, sia sulle fascie che per vie centrali; estremamente  attento in difesa; agonisticamente "cattivo" quando si tratta di recuperare il risultato.
 

A voler essere molto pignoli, bisognerebbe sottolineare che c'è voluto il rigore di Cassano per far diventare concreta una compagine che fino a quel momento aveva visto tutti i suoi attacchi infrangersi sull’ottimo Curci o sui legni. Poi sono assurti agli onori della cronaca i campioni azzurri: quando ingrana, il trio delle meraviglie è micidiale, ed è tutta un’altra storia. Quello di ieri non è stato il Napoli lento e compassato di Firenze, né quello confuso visto contro il Bari, ma una grande squadra che ha imposto il proprio gioco ed il proprio ritmo alla Sampdoria, conquistando gli onori al Gallileo Ferraris.
 

Da segnalare che il turn-over ha fatto molto bene ad alcuni giocatori: la mia idea che servirebbe una rosa più ampia non muta, anche perché poi, quello visto a Genova, era lo stesso Napoli della passata stagione per 10\11. Unica differenza, ampiamente decisiva, Edison Cavani, che sembra non avere più limiti.
 

Speriamo che Marekiaro ed il Pocho continuino ad inventare per Cavani e che mantengano un’ottima condizione fisica perché, viste anche le alternative, senza le loro invenzioni il Napoli si troverebbe a dover affrontare un campionato difficile ed al di sotto delle aspettative.


Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

 

Condividi
Articolo precedentePer Napoli-Chievo è stato designato Giannoccaro
Prossimo articoloTriulzi (proc.): “Cavani si è ambientato alla grande”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


12 Commenti

  1. sembrate i soliti napoletani.. subito pronti a esaltarsi,per un fortunoso risultato,poi quando si perde piangono e cercano scuse.
    il guaio vero è che non capite niente,questa squadra ha vinto ieri ma non fà testo,i problemi sono evidenti,non basta un risultato positivo a a cancellarli.

  2. jacobelli è uno che ha giocato al calcio ..ma tu sicuro,non sei nessuno e non sai nemmeno come è fatto un campo di calcio.
    ps-il terreno di gioco del san paolo è una pena..

  3. ma chi è sto sergio? fosse un grande campione del passato o del presente e non lo sappiamo? sembra che sappia tutto lui… mah!!!
    ma possibile che ci sono sempre individui pronti a criticare tutto e tutti? ma fatte na resata

  4. potrei anche non essere d’accrodo con le sue disamine: punti di vista. Ma credo che se una redazione competente come quella di questo splendido portale ha scelto lui piuttosto che te (sergio) un motivo ci deve pur essere. sig. Sergio nonsochisei: preferisco leggere 100mila volte lo stesso articolo di iacobelli (che non è mio amico tengo a rpecisare) piuttosto che i tuoi post senza senso! Senza rancore… è un’opinione mia…

  5. Ulisse, ma se vieni in un sito di tifosi del Napoli e dici”voi tifosi Napoletani che si esaltano per un risultato FORTUNOSO” rendi chiaro 2 cose:
    1° non sei un tifoso del Napoli, pertanto zittisci.
    2° se ritieni quello di domenica un risultato fortunoso, zittisci per la 2a volta perchè non capisci un babbà, capito quale??
    Per il mister Jacobelli.
    Lei ha detto, giustamente, che il Napoli è 10/11 dell’anno scorso. Allora perchè non si è posto qualche dubbio sulla veritidicità delle prestazioni scialbe con Bari ed Utrech, che nell’ambito dell 38/40 partite di una suqadra ci possono stare?? Non può essere che il Napoli è quello del 1° tempo di Firenze e quello di Genova?
    Inoltre, ora non per farle un appunto tecnico, in quanto non ne sono all’altezza, ma il Napoli è una Squadra, dimostrandolo giusto domenica con il gioco predominante, dove Cavani, Lavezzi ed Hamsik sono i terminali delle varie azioni e non un’accozzagilia di singoli. I tre succitati sono gli uomini di punta di una squadra composta da gente che fa legna ed altra che raccoglie i frutti.
    Sempre con rispetto.

  6. dai non esagerate non ha offeso nessuno sergio a solo chiesto ki fosse .
    mika lo dobbiamo conoscere tutti a iacobelli e poi non e ke era un campionissimo ke uno se lo ricorda .
    x ulisse ke la panchina e corta sono d’accordo se ti riferisci a questo come problema del napoli ma dire ke la partita l’abbiamo vinta solo x fortuna non ci sto!!!!!!
    il napoli a DOMINATO x 80 minuti ma le vist a partit ulisse???
    forza napoli fino alla morte

  7. condivido la sua chiave di lettura della partita, e non capisco come si possa contestare, ovviamente dal mio punto di vista, su una cosa non sono d’accordo, e cioè che sia stato il gol del samp a determinarfe i gol del napoli, questo proprio no, visto che lei afferma che si tratta dello stesso napoli della passata stagione, una delle principali caratteristiche di quel napoli, era una mole di gioco notevole che non trovava concretizzazione nelle reti, ed i primi 30 minuti di domenica scorsa sono la prova che anche quest’anno sarà cosi, anche se con cavani è e sarà una musica diversa, a prescindere il particolare, non da poco, che sta segnando con regolarità, insisto nel dire che il movimento dell’uruguagio, è in sintonia con le caratteristiche dei giocatori del napoli, e non come quagliarella statico e prevedibile nella posizione di prima punta. ma il fatto che anche quest’anno la campagna acquisti quasi sicuramente e tranne miracoli, che san gennaro fa con una certa regolarità in alcuni periodi dell’anno, è stata sbagliata credo che con le tante partite da gioacare il calo atletico potrebbe essere un nemico potente. nel caso lei dovesse leggere queste righe mi toglieuna curiosità? per rendere questa squadra piu forte dell’anno scorso quanti e quali sono i calciatori che dovrebbero essere sostituiti da eventali piu forti? la mia opinione e il difensore di sinistra ed un centrocampista, ovvio i nuovi dovrebbero essere titolari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here