Corradini: “Al Napoli da anni manca una punta centrale”

1
24

Nel corso della puntata odierna di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda ogni mercoledì e sabato su Radio Amore, è intervenuto l’ex difensore del Napoli, Giancarlo Corradini. Ecco alcuni passaggi dell’intervista: “Campionato sorprendente? Le grandi faticano a carburare, mentre le piccole sono ben consapevoli che è fondamentale mettere fieno in cascina ora, perché prima o poi i veri valori emergeranno e di conseguenza le grandi si riprenderanno. Il Napoli? Credo che da qualche anno manchi una punta centrale utile per scardinare le difese avversarie, soprattutto, quando gli azzurri giocano al San Paolo. Lontano dalle mura amiche, invece, ritengo che gli azzurri incontrino minori difficoltà. In tale senso, l’infortunio di Lucarelli potrebbe rappresentare un problema. La festa di Maradona al San Paolo? Per ora non ci sono novità. Non sono stato ancora contattato da Bagni o da chi per lui curerà l’organizzazione dell’evento. Tuttavia, a causa dei problemi di Diego con il fisco italiano, per ora credo non ci sia ancora nulla di concreto. Al Napoli manca un vero leader? Certo, nei momenti di difficoltà, non avere un elemento in grado di trascinare il resto del gruppo potrebbe risultare un problema. Tuttavia, il Napoli è una squadra giovane che ha sempre puntato sul gruppo, più che sui singoli. La fragilità della difesa azzurra? Nel calcio moderno, giocando a zona, non è tanto importante l’errore del singolo ma l’applicazione del collettivo. Certo, un goal come quello subito su calcio d’angolo dal Bari, onestamente non si dovrebbe mai prendere. Giaccherini e Parolo? Molti giocatori esplodono tardi, perché in Italia si preferisce dare spazio a giocatori stranieri. Molti elementi nostrani, sono costretti ad andare a giocare nelle categorie inferiori per dimostrare il loro lavoro”.

Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista realizzata da: Redazione Sportiva Radio Amore Campania.
Foto tratta da AC Cuneo

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY