GAME OVER: Fase difensiva e linea mediana da migliorare. L’analisi di mister Iacobelli

22
32

Nuovo appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento ed analisi sull'ultima gara di campionato, curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
Un brutto Napoli senza una precisa idea di gioco e che spesso si affida alle iniziative dei singoli, guadagna un punto contro un Bari più ordinato e con una struttura di gioco più compatta.

Gli azzurri scendono in campo con il solito 3-4-2-1 con bomber Cavani (quarto centro in questa stagione per lui) unico terminale offensivo supportato da Hamsik e Lavezzi. I pugliesi rispondono con il classico 4-4-2 con Ghezzal e Alvarez a fare le punte aggiunte.

Il pareggio sta stretto a mister Ventura anche alla luce dell’ infortunio di Barreto che, prima di uscire, aveva segnato e centrato il palo alla destra di De Sanctis. Aggiungiamo poi che i cambi di Mazzarri non hanno convinto: sull’ uno a uno sono entrati Zuniga, Aronica e Sosa… Ma Lucarelli?

Di questo Napoli salverei il solito Morgan De Sanctis fra i pali, una sicurezza per tutta la squadra, e capitan Cannavaro che si è tolto anche la soddisfazione della rete. Non male anche il neoacquisto Sosa. Ma sono troppe le cose da migliorare: una fase difensiva troppo distratta e una linea mediana pressoché assente (fra i peggiori Hamisk) non fanno dormire sonni tranquilli. Forse le cessioni illustri di Cigarini, Denis e Quagliarella si potevano anche evitare…

Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

22 Commenti

  1. Ma chi sarebbe sto mister jacobelli che spara sentenze a raffica? E allora cosa dovrebbe dire di Roma , Palermo, Milan, Fiorentina etc etc le squadre si giudicano dopo 8-9-10 partite e non dimentichiamo come e’ partita la roma nella scorsa stagione e poi stava li a combattere per lo scudetto….mettete a tacere le mine vaganti….servono solo a destabilizzare l’ambiente.

    _________________
    ADM: visto che sei poco informato sulle vicende del nostro Napoli e sui calciatori che ne hanno indossato, con onore, la maglia: informati prima di lasciarti andare a commenti acidi.
    Ecco chi è Agostino Iacobelli… buona cultura, mi riferisco al Napoli ovviamente.

  2. I pochissimi minuti di Sosa sono stati molto positivi, è prestissimo per giudicare, ma ha fatto 2 assist geniali e questo lascia spazio ad una domanda…ma non poteva entrare 10 minuti prima? e poi, Yebda per Pazienza che era cottissimo, non era meglio? Boh…

  3. il vero problema è che è stata allestita una squadra più scarsa dell’anno scorso per vincere dovremmo ogni partita fare molto più del semplice gol.
    Mi sa che quest’anno ne prenderemo tanti di gol ed in attacco è tutto affidato al caso non voglio fare critiche prima del dovuto ma quest’anno de laurentis mi ha molto deluso e se pensa di fare lo stesso campionato dell’anno scorso secondo me si sbaglia di tanto.
    Capisco che l’anno scorso è stato uno dei migliori forse la vera rivelazione di questo napoli ma secondo voi è giusto riproporre grava.Se vogliamo fare il vero salto di qualità bisogna che questi mezzi giocatori (tutto il rispetto possibile per grava,maggio,pazienza e aronica)ma ci vogliono giocatori veri non possiamo essere all’altezza delle altre quest’anno la zona uefa la vediamo col binocolo

  4. spiacente mister, ma sulle cessioni non sono d’accordo, quagliarella – non si discute ovvio il livello tecnico, ma le capacità di adattamento ed inserimento negli schemi del tecnico toscano sono insufficenti ha un passo diverso daicalciatori che nel napoli fanno la fase offensiva si accentra chiede palla e diventa non solo prevedibile ma risulta inefficace, e pericoloso solo se riesce a tirare ma e casuale – cigarini – di sicuro rappresenta il futuro regista della nazionale, anche per lui un futuro raggiante, ma in un centrocampo a 4 il linea o a rombo. necessita di due mediani ai fianchi, nel napoli poteva giocare solo in assenza di hamsick – denis – non ci sono grandi ed incolmabili differenze con denis, a parte l’età, voleva giocare ma in questo napoli poteva essere solo riserva, e un buon giocatore ma se punti a stare ai vertici di certo non puo essere lui il centravanti, insomma mister o cambiamo tecnico e modulo, o si prendono a parte cavani altri due calciatori che aumentano lo spessore tecnico e tattico in difesa e a centrocampo, non sono stati presi, forse e un napoli mediocre, che sarà come vuole de laurentis tra le prima dieci, dalla sesta in poi

  5. … ci sono due ma:
    1) Il nostro grande problema è che non abbiamo alternative. La squadra più o meno è questa. Le altre che oggi soffrono hanno comunque molte cartucce ancora da sparare. Pensate alla Fiorentina dove non giocano ancora Mutu e Jovetic o la Juve senza Amauri.
    2) Poi noi dovremmo avere un vantaggio in più rispetto alle altre. Un vantaggio finora non sfruttato: abbiamo la squadra identica all’anno scorso e lo stesso allenatore. E quindi saremmo dovuti partire a razzo. Vedete il Bari come gioca a memoria? Pensate ai problemi di amalgama di Juve, Milan e di Roma, Genoa e pure dell’Inter.
    Anche il fatto di non sfruttare questo vantaggio mi preoccupa.

  6. il napoli è in media donadoni ,è una verità,come i due punti raccolti, e come un calciomercato specie con alcune cessioni sbagliate.

    si può dire questo ,che è una squadra senza idee e sconclusionata,senza gioco o è reato?che fate censurate anche questo commento?

    si può dire che l’allenatore non ha le palle come reja ,ma si fà comandare dal clan dei sudamericani,che ha fatto fuori quaglia ,che nn gli passavano un pallone, o è reato? mazzarri non è reja , sostituito senza motivo,anzi forse il motivo c’era non prendeva ordini.

    c’è qualche glione che dice:”mettete a tacere le mine vaganti,destabilizzano l’ambiente”che significa,? veramente da vomito.

    dove crede di vivere in afagnanistan ? accettare le critiche è un segno di civiltà e intelligenza ,ma che forse ignora .

  7. Sergio se taci è meglio!
    Commenta tecnicamente senza offendere i cristiani!
    Fai lo sborone dicendo: “Ma chi sarebbe sto mister jacobelli…”. MA CHI SEI TU DICO IO! Se non sai chi è Jacobelli, se sai solo criticare senza fare un commento tecnico degno di nota, se non rispetti le opinioni altrui e se non capisci di calcio allora non scrivere proprio che ci fai perdere tempo a leggere! Cerca di scrivere bene e senza offendere la sensibilità altrui!

  8. Ma perche’ scusa chi cacchio e’ sto iacobelli?ha forse allenato I’ll real o la juve o I’ll barcellona e non ce ne siamo accorti?si potevano evitare le cessioni illustri?leggete I’ll commento di umberto altro che iacobelli anche mio figlio di 3 anni e’ capace di fare queste analisi sommarie e da bar dello sport

  9. Per Sergio :
    guarda il curriculum di Agostino Iacobelli ,le maglie che ha indossato ,i gol che ha fatto(guarda quello contro il Milan) e poi puoi anche vergognarti.
    saluti mister

  10. Ma l’analisi e’ secondo me fin troppo facile senza entrare in fasi
    tecniche 4-4-2 oppure 3-5-2 e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.
    Continuiamo a giocare con la stessa squadra dello scorso anno
    con un Cavani,x fortuna,e un Quagliarella in meno i difetti che lo
    scorso anno erano apparsi evidenti in difesa,centrocampo e attacco si e’ pensato bene di non risolverli ed ecco il risultato.
    A tutto questo aggiungiamo un allenatore che a livello di testa e’
    peggio di Reja,che e’ tutto dire,gli uomini sono quelli anche se non stanno in piedi il modulo e’ impossibile cambiarlo e i cambi durante la gara si possono fare negli ultimi minuti di gara.
    E allora l’anali e’ presto fatta abbiamo una squadra che a meno di sconvolgimenti lottera’ x la meta’ della classifica.

  11. Ugo, Ulisse… prima di giudicare aspettare una decina di giornate… allora Roma, Milan e Fiorentina ke dovrebbero dire ke stanno messe male??
    Non sono i nomi ke contano… poi Ugo, la squadra è più scarsa dell’anno scorso?? Davvero?? La squadra è la stessa, meno quagliarella, ke è stato sostituito anche molto meglio da Cavani.. quindi x questo si è rafforzata… poi aspettiamo a vedere in campo Yebda e Sosa, inoltre ricordo ke ci siamo dovuti alleggerire di 7-8 giocatori inutili ke gravavano sui costi societari… quindi finiamola eh?? I conti si fanno alla fine… e cmq non alla seconda giornata…

  12. x sergio
    iacobelli chi è? ma chi si tu??? te la dico alla totò “ma mi faccia il piacere” con tanto di alzata del tuo gomito… parli…parli…parli… ma rice sule fregnacce…

  13. @ PeppeNapoli
    E’ vero che non bisogna giudicare anocra. Ma non puoi paragonarti alle altre squadre “grandi” che sono in difficoltà 1) loro stentano perché hanno normali problemi di amalgama (la Juve e il Genoa sono tutta nuove! anche il Milan ha cambiato molto) che noi normalmente non dovremmo avere; se c’è un vantaggio nel non aver fatto la campagna acquisti dovrebbe essere questo! 2) perché loro comunque ancora non schierano la migliore formazione (soprattutto la Fiorentina, ma la stessa Juve, e la Roma pure). Noi, invece, non abbiamo alternative. Quindi i margini di miglioramento nostri sono più esigui! La squadra è questa. Sappiamo tutti che Sosa e Yebda sono delle scommesse e comunque non dei fenomeni che ti fanno fare il salto di qualità (in più Sosa dovrebbe giocare al posto di Hamsik e Yebda al posto di Gargano o Pazienza, insomma in ruoli già coperti). E se non possono giocare Cannavaro o Cavani (debiti scongiuri) non abbiamo neanche chi li possa sostituire.
    Comunque il livello del campionato è basso.

  14. bene blunaples e altri amici,ma

    il problema che la quadra non aveva gioco l’anno scorso ed è inconcludente quest’anno.
    se non chiudi una partita al 90′ in vantaggio in casa con il bari,dove credi di andare?
    napoli con media donadoni.

  15. A e cmq io sono d’accordo con la difesa e la mediana in grave difficolta…ma non sono d’accordo solo sulla cessione di cigarini( il centrocapista di qualità che mazzarri non vede popichè è uno dei suoi famosi limiti) mentre per denis è stato meglio così almeno gioca e poi cmq non è che fosse un campione mondiale di goal, ricordando si gol importanti che ci ha regalato,…ma anche i tantissimi sbagliati da farci mangiare le mani…infine deplorevolmente mi fa solo schifo scriverne il nome è stato lui a voler andare alla rubentus quel finto napoletano…e consentitemelo traditore e mercenario

  16. Vediamo se me lo pubblicate ora. Ecco che e’ iacobelli, grande fenomeno del calcio internazionale. Informatevi prima di aprire la bocca:
    -nizia nel 1978 nelle giovanili del Napoli, collezionando 12 presenze in Serie A con la società partenopea tra il 1981 ed il 1983, per poi passare alla Pistoiese in Serie B, dove resta per un solo anno.

    Nell’estate 1984 si trasferisce al Catanzaro, con cui gioca fino al 1988.

    L’anno seguente gioca in Serie B con l’Empoli.

    Nella stagione 1989-1990 disputa 5 gare in Serie B con l’Avellino prima di passare, ad ottobre, all’Udinese, squadra con cui disputa 13 partite in Serie A.

    L’anno seguente conquista con la Cremonese la promozione in Serie A, rimanendo ai grigiorossi nell’annata successiva, nella quale gioca 23 partite segnando 2 reti.

    Inizia la stagione 1992-1993 con il Siena in Serie C1, per poi trasferirsi nel mercato autunnale al Piacenza, disputando 15 gare ed ottenendo una nuova promozione nella massima serie, la prima nella storia della società emiliana.

    Disputa 24 partite con 3 gol nella successiva stagione, conclusasi con la retrocessione in Serie B, categoria nella quale gioca il campionato seguente,
    terminato con il ritorno in mass
    ima serie.

    Nella stagione 1995-1996 difende i colori dell’Ancona, e l’annata successiva gioca con la Reggina, sempre fra i cadetti. Conclude la carriera agonistica nel 1998 nel T
    ricase, in serie C2. Nel 1999 nella prima parte del campionato ricopre il ruolo di direttore sportivo nel Tricase, poi comincia la carriera di vice-allenatore con Vincenzo Guerini. Con l’allenatore bresciano Iacobelli allena Ternana, Catania e Siena. Nella stagione 2002-2003 ha il primo incarico da allenatore: la Berretti dell’Arezzo. Dopo l’ottima stagione in amaranto, allena la Sansovino e, dopo averla presa al penultimo posto in campionato, salva la squadra senza neppure i play-out. L’anno seguente subentra alla Vis Pesaro, ultima e staccata di molti punti dalla salvezza; Iacobelli però combatte fino all’ultimo e la retrocessione matematica arriva solo all’ultima giornata. Nella stagione 2005-2006 allena l’Ancona in C2. La stagione è ottima, ma incomprensioni societarie portano all’esonero del tecnico con la squadra in piena zona play-off, obiettivo richiesto a Iacobelli. Dal 2006 al 2009 è alla Cuoiopelli Cappiano. Nei primi due anni ottiene due salvezze; nel 2009 arriva però la retrocessione dopo i play-out con il Bellaria.

  17. christian sono d’accordo con te sto jacobelli che molte persone qui sul forum difendo se gli viene mossa una critica contro non è proprio nessuno….ho mandato anche io un commento negativo su di lui ma non me l’hanno pubblicato…sono d’accordo con te puo esprimere i suoi pareri e le sue opinioni come tutti…ma chi lo difende è proprio un co…one….

  18. non difendo iacobelli ma sono contro chi è maleducato. a me da fastidio che qualcuno offenda chi comunque nel calcio c’è stato e ci sta ancora. Sono d’accordo che ognuno ha le sue idee e fa le sue considerazioni però non bisogna offendere la persona. quindi veronapolicalcio calmati perchè i co…ni vanno sempre a 2 a 2…

  19. Mister Iacobelli, quanto è stato facilitato il “gioco” del Bari dal vantaggio nei primi minuti del 1° tempo?? Quante squadre si sarebbero spompate e non avrebbero trovato le contromisure al quella serie di passaggi e passaggetti in difesa? Quante azioni ha fatto il Bari, escludendo il calcio d’angolo e seguente goal, con la difesa del Napoli schierata oltre a quello del pareggio? Dire che il Napoli non abbia un gioco secondo me è una bugia, soprattutto da un addetto ai lavori.
    Sarebbe stato più giusto dire, sempre secondo me, che il Napoli ha avuto una fase di frenesia che ha coinvolto tutti dai calciatori all’alenatore, creando problemi per quasi tutto il 1° tempo. Ed è solo in questa fase della partita che il Bari ci è stato superiore, ma perchè è andato in vantaggio ed ha potuto attuare la sua melina di difesa, facendo uscire il Napoli in un pressing poco amalgamato e prendendolo in contropiede. Infatti le occasioni di Barreto come sono state?? con difesa schierata od in contropiede?
    Inoltre credo che sia inutile rimpiangere tizio, caio o sempronio. Il calciomercato è finito e dire ” se c’era tizio o caio”, per me, è un commento da bar e non di un addetto ai lavori.
    Con Rispetto.

LASCIA UN COMMENTO