Reja: Sotto il profilo della mentalità la squadra deve ancora crescere

0
24

Il tecnico del Napoli Edy Reja commenta in sala stampa la brutta sconfitta dei suoi ragazzi contro il Catania: “E’ una partita nata male. Sapevamo che all’inizio potevano partire con grande aggressività, poi c’è stato subito il gol che sicuramente con una maggiore attenzione si poteva evitare. Anche sul 2-0 c’è stata poca concentrazione. Abbiamo cercato di giocare e di riaprire la partita per dare un senso ma non ci siamo riusciti. A vedere il risultato è come se il Napoli non fosse mai stato in campo, mentre siamo andati spesso vicini al gol. E’ chiaro che un po’ di concentrazione in più ci voleva. Mi sono arrabbiato anche perché spesso abbiamo buttato la palla a casaccio. Sul piano della mentalità la squadra deve crescere. Facciamo delle buone prestazioni, creiamo delle ottime opportunità ma non si può giocare con questa leggerezza. Bisogna stare molto più accorti e sapere che su campi del genere l’assalto iniziale si solito lo fanno. La squadra da questo punto di vista deve crescere. A Napoli le critiche ci sono ogni settimana ma questa sconfitta non deve intaccare il nostro equilibrio.
In effetti in settimana si è festeggiato troppo ma ora basta, da ora in avanti bisogna lavorare non al cento ma al 102 per cento, anche perché avremo degli scontri diretti, se vogliamo chiamarli così.
Vargas? E’ un ottimo giocatore, uno dei migliori terzini sinistri di questo campionato. La mia riconferma? Io penso di restare a Napoli ma è una cosa che ora passa in secondo piano, non ci creiamo sicuramente questo problema adesso”.
Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO