Insulti razzisti in curva, punita la Juve

2
7

Punito l’atteggiamento incresciosi ed i cori razzisti evidenziatesi durante il match di Coppa Italia tra Juventus e Napoli. Sarà la chiusura della curva sud dello stadio Olimpico di Torino, per una sola giornata di campionato, a permettere "l’espiazione" della colpa di un gruppo di supporters bianconeri i quali, durante la sfida dello scorso mercoledì, hanno inneggiato cori razzisti nei confrnti del giovane attaccante interista, Mario Balotelli. Ecco quanto evidenziato dalla nota della Lega Calcio, sottoscritta dal giudice sportivo: "Il Giudice Sportivo, letta la relazione del collaboratore della Procura federale; considerato che, al rientro delle squadre negli spogliatoi per l’intervallo, sostenitori della Soc. Juventus, collocati nel settore denominato “Curva-Sud”, indirizzavano ad un calciatore tesserato per altra Società un coro costituente espressione di discriminazione razziale; preso atto della specifica e reiterata recidività in relazione ai provvedimenti sanzionatori di cui al C.U. n. 261 del 20 aprile 2009 e del C.U. n. 167 del 12 gennaio 2010; valutata, ai fini della quantificazione dell’entità della sanzione, la non reiterazione nel corso della gara del comportamento discriminatorio, la sua riferibilità esclusiva ad uno specifico settore dello stadio e la concreta cooperazione offerta dalla Società alle forze dell’ordine a fini preventivi e dissuasivi; visti gli artt. 11 comma 3, 13 comma 1 lettere b) ed e), 21 comma 2 e 18 comma 1 lettera e) CGS, delibera di sanzionare la Soc. Juventus con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva-Sud” privo di spettatori; riserva ogni ulteriore determinazione all’esito degli accertamenti richiesti da questo Ufficio alla Procura federale in merito alle lesioni patite da più persone, presumibilmente in conseguenza del lancio di petardi, fumogeni ed altri oggetti"

Josi Gerardo Della Ragione – Redazione NapoliSoccer.NET

2 Commenti

  1. Per insulti ai meridionali neanche una curva… e poi una curva. A noi trasferte vietate per anni perchè pare, quindi neanche sicuramente, aver devastato un treno. chiisà come mai il vicepresidente della FIGC è anche dirigente del Milan

LASCIA UN COMMENTO