Calcio: Sicurezza, Ferlizzi: “Piano per monitorare le autostrade”

0
70

”Fare piu’ sistema” e ”Mettere sotto una lente di ingrandimento, da qui alla fine del campionato, il tifo organizzato che presenta frange che si sono rese protagoniste di episodi di violenza”. Sono queste le priorita’ indicate dal presidente dell’Osservatorio nazionale della manifestazioni sportive, Felice Ferlizzi, indicate alla conferenza organizzata Somedia, sulle nuove norme per la sicurezza negli stadi. ”Nell’immediato – spiega Ferlizzi in riferimento alla morte di domenica scorsa di un tifoso in un autogrill – ci sara’ un incremento dei controlli sulle autostrade, un nuovo incontro per seguire meglio la vendita dei biglietti e lo sviluppo del flusso informativo, coinvolgendo l’intera realta’ che opera nelle autostrade, che mantiene il fulcro nella polizia stradale”. ”Poi – continua il presidente Ferlizzi – uscira’ un nuovo e piu’ preciso piano per monitorare le tifoserie che transitano sulle autostrade, le quali fortunatamente sono un sistema chiuso e munito di telecamere. Un piano gia’ c’e’ ma va puntualizzato meglio”.
Intanto i dati statistici dell’ultimo anno, mostrano un quadro riguardante la violenza nettamente in miglioramento rispetto al passato. Dall’ inizio del campionato ad oggi, su oltre 1900 incontri presi in considerazione, la limitazione dell’ingresso allo stadio per i tifosi e’ avvenuta soltanto nel 6% delle gare. Nello stesso numero di gare si sono verificati 67 episodi di violenza, comunque non distruttiva, che conferma il trand positivo degli ultimi 5 anni. In aumento i Daspo: dei circa 3.800 piu’ di un terzo (circa 1.300) sono stati inflitti quest’anno, mentre per quanto riguarda i feriti tra le forze dell’ordine, i casi hanno coinvolto 111 operatori, con un calo rispetto allo scorso anno del 62 per cento. Un ultimo dato, a cui il presidente Ferlizzi da’ molta importanza, riguarda il campione di coloro che sono stati presi in flagranza di reato. ”Su un campione di 1.500 persone – conclude Ferlizzi – si e’ visto che nel 40% di casi si tratta di giovani tra i 20 e i 25 anni, che non presentano precedenti penali. Nel 6% dei casi sono addirittura minorenni. Cio’ chiarisce come questi casi di violenza siano tipicamente innescati dall’ambiente dello stadio”.
Fonte: Ansa



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here