Posillipo: Vincere per Negri a Civitavecchia

0
22

Tutti per Tommaso Negri. Il Posillipo è pronto al secondo impegno di campionato con il Civitavecchia, ma il pensiero dei rossoverdi è interamente rivolto al portiere ligure che, probabilmente, oggi salterà la trasferta laziale per problemi di carattere familiare. Toccherà all’ex di turno, Bruno Antonino (stagione 2006-2007), difendere la porta nella sfida con la squadra di Marco Pagliarini (palla a due alle 14.45, differita su Rai Sport Più alle 20.30). I rossoverdi sono reduci da un successo in campionato, alla Scandone con la Lazio, ma anche dall’eliminazione in Eurolega a Duisburg. E dal ripescaggio in coppa Len: i napoletani saranno assoluti esordienti nella manifestazione, ma anche legittimi aspiranti alla conquista del trofeo. «Direi che possiamo giocarcela fino alla fine», precisa Andrea Scotti Galletta, virtuoso della scaramanzia. «Prima di tutto, però, pensiamo a superare il Civitavecchia». Il giovane capitano è innanzitutto un difensore, e in Eurolega è stato proprio il suo reparto quello maggiormente in difficoltà: «Siamo alla ricerca degli automatismi migliori – spiega -. Non abbiamo saputo interpretare perfettamente il metro arbitrale, diverso rispetto al girone precedente: ci hanno fischiato molti falli senza palla, un fattore che ha creato scompensi. Di certo dovremo essere più attenti e grintosi». La crescita comincia da Civitavecchia: «Sarà un bel test in vista degli impegni di Len. Noi, però, vogliamo vincere anche per Negri: in settimana ha avuto problemi familiari che per fortuna si stanno risolvendo». Silipo sembra orientato ad optare per un po’ di turnover: Fiorillo jr. e Bertoli potrebbero sostituire Vasaturo e Negri.

 

Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteEmozione Ferrari un test per il napoletano Cicatelli
Prossimo articoloTecnici a confronto… Denis o Zalayeta?
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO