Inler, non è vero ma ci credo.

15
76

Il Liverpool, prossimo avversario del Napoli in Europa League, ha annunciato nella serata di ieri l'acquisto del centrocampista portoghese Raul Meireles per una cifra vicina ai 14 milioni di euro. Questo acquisto del Liverpool avvicina ancor di più Inler al Napoli, infatti proprio il Club inglese nei giorni scorsi era apparso vicinissimo all'acquisto dello svizzero.
Nonostante la secca smentita del procuratore di Inler che ha dichiarato: "Inler al Napoli? Non è vero", nell'ambiente giornalistico sono in molti a credere che il Napoli abbia già chiuso la trattativa con l'Udinese. La Gazzetta dello Sport ieri sera ha lanciato la notizia sul proprio sito dell'acquisto di Inler da parte del Napoli per una cifra vicina ai 15 mnl di euro, (LINK) inoltre nel commento dell'anticipo di ieri tra Udinese e Genoa, il giornalista della Gazzetta dello Sport Valerio Clari scrive "Si rivedono invece al Friuli le solite palle sradicate dai piedi degli avversari da parte di Inler (le ultime prima del trasferimento al Napoli)" (LINK). Cosi come una delle firme più autorevoli del giornalismo napoletano Mimmo Malfitano nella sua pagina di facebook annuncia: "Il Napoli ha preso Inler" affermazione poi ritirata solo un ora dopo con un freddo "Ho l'impressione che ci sia stato un malinteso. Vi chiedo scusa", Quasi come se qualcuno l'abbia chiamato per far smentire la cosa. Qualcosa di simile era già successo ieri sul sito del Benfica per la trattativa che dovrebbe portare Yebda a Napoli. Lo stesso Corriere dello Sport in un trafiletto in prima pagina scrive di voci riguardanti il passaggio di Inler al Napoli.
Insomma i misteri del mercato del Napoli tengono sulla corda i tifosi che ancora non hanno digerito il boccone amaro dell'improvviso addio di Quagliarella.
L'impressione è quella che dopo la partita di stasera finalmente si potrà fare chiarezza su diversi avvenimenti accaduti questa settimana…non resta che aspettare.

Alessandro Scetta – Redazione NapoliSoccer.NET



15 Commenti

  1. detto tra noi, avrei preferito palombo..
    ma inler serebbe comunque un acquisto importante e mirato..
    i giornalisti dicono e scrivono tante cose,
    la cosa certa e’ che il napoli sta sondando lo svizzero gia’ da un po’ di tempo ma cio’ che ha frenato la societa’ e’ la richiesta troppo alta per il giocatore..
    alla fine credo che l’affare si faccia.. (SPERO…)
    ps. vi prego, non parliamo piu’ di quel mercenario TRADITORE di quaglia… i calciatori vanno e vengono ma un napoletano che lascia napoli per andare alla juve non ha scuse..
    altro che attaccamento alla maglia.. tu si attaccat sul ‘e sord!!!!

  2. ora ci vogliono buttare il fumo negli occhi!! prendete hleb un attaccante da doppia cifra!! qua si parla di modesto e purptiello!! ma fatemi il piacere

  3. ragazzi, vi posto il resoconto fatto dalla Gazzetta dello Sport sulla partita di ieri fra Udinese-Genoa….a firma di Valerio Clari,….leggetelo con attenzione….
    CITAZIONE
    Acrobazia di Mesto: passa il Genoa
    Di Natale e Udinese: primo stop
    Finisce 1-0 per i rossoblù la gara di debutto della serie A edizione 2010-11: decide una rovesciata “strana” del neo-entrato. Toni esce dopo 39′ per un infortunio alla coscia, Di Natale non riesce a regalare una rete ai suoi tifosi. Tante facce nuove nel Genoa: quasi tutti promossi
    Ascolta Mail Stampa 34 commenti OKNotizie badzu Condividi su MySpace! Facebook
    Giandomenico Mesto. Ap MILANO, 28 agosto 2010 – Quarantanove milioni spesi, nove acquisti, una rovesciata “strana” e primi tre punti per il Genoa. La squadra di Gasperini trova una vittoria importante a Udine. Importante per mantenere alto il morale dopo il mercato scoppiettante, anche se la prestazione della squadra non è stata sempre convincente. Sono piaciuti invece molti degli uomini nuovi portati a Genova da Preziosi. Di fronte due squadre che l’anno scorso avevano incassato carrettate di gol, ma lo 0-0 resiste fino al 36′ della ripresa. La stagione dell’Udinese parte con uno 0-1, sulla falsariga di quella scorsa: in salita. In rosa non è cambiato granché, ma il 14° posto di maggio è un disastro difficilmente ripetibile.

    decide mesto — Doveva essere la partita di Totò Di Natale, che ritrovava i suoi tifosi dopo lo “sventato tradimento” ai danni della Juve: il capocannoniere uscente della A aveva voglia di dedicare un gol allo stadio che non vuole lasciare, ma in realtà ha solo una vera occasione, e quando il risultato è ancora sullo 0-0 lascia spazio a Corradi. Diventerà così la partita di Giandomenico Mesto, entrato nella ripresa, e autore in uno di quei gol in acrobazia che sono il suo marchio di fabbrica. E’ il 36′ del secondo tempo quando l’altro neo-entrato Zuculini (subito positivo) si guadagna coi denti una punizione da destra. Sul cross Dainelli è libero di fare la sponda, Mesto colpisce con destro con una strana rovesciata che spiazza Handanovic: è l’1-0 che sblocca la gara. Ti aspetti Toni, e invece spunta Mesto.

    Toni contro Zapata. Ap genoa tutto nuovo — La partita di Luca Toni dura solo 39′: il centravanti ricasca in uno dei problemi muscolari (risentimento alla coscia sinistra, domani gli esami) che già lo avevano bloccato a Roma, e lascia il posto a Palladino. Gasperini sposta Sculli in mezzo e ci guadagna in mobilità, visto che l’ex Bayern si era limitato a difendere qualche palla spalle alla porta e fare il riferimento al centro. Con l’uscita di Toni le facce nuove del Genoa si riducono a quattro: inizialmente erano mezza squadra. Veloso pare subito in palla e discretamente inserito, Rafinha fa vedere solo a tratti le discese sulla fascia destra, Ranocchia conferma le grandi “recensioni” di Bari: non solo interventi difensivi, ma anche appoggio in fase di impostazione. Eduardo, poi, è chiamato a rispondere a qualche tiro dei fiuliani: il più pericoloso è quello di Di Natale nel primo tempo, lanciato da Floro Flores dopo un contropiede partito da un calcio d’angolo del Genoa. Veloce l’Udinese, ma qualche problema difensivo fra i rossoblù resta.

    Di Natale e Palacio. Ansa udinese, poche idee — Guidolin senza terzini destri (out Ferronetti e Basta per infortunio, Isla per squalifica) sceglie “per forza” una difesa a tre, e il modulo diventa praticamente speculare a quello del Genoa. L’unica faccia nuova è quella di Cuadrado, che sulla destra mostra molta corsa e qualche buona iniziativa finché non fa spazio a Pinzi. Si rivedono invece al Friuli le solite palle sradicate dai piedi degli avversari da parte di Inler (le ultime prima del trasferimento al Napoli) e i soliti dribbling di Sanchez, non sempre utili alla causa. Se non altro tiene la difesa, almeno fino alla amnesia sul gol di Mesto. Lì colpiscono in due indisturbati in area: anche qui, qualcosa da rivedere c’è.

    Valerio Clari

    http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Udine….shtml?from=rss

    e questa non è farina di malfitano

  4. è ovvio che le smentite ci sono perchè stasera c’è una partita e l’attenzione della squadra deve essere totalmente rivolta alla fiorentina… e dopo che avremo regolato gli odiatissimi viola, arriverà l’ufficialità

  5. E’ arrivata la smentita del grande capo, che il napoli non ha mai richiesto Inler. Ma forse il Presidente, ci vuole regalare Palombo e Pazzini. No, forse, venderà, pure Hamsik e LAVEZZI. Presidente ma, vai via……………..

  6. aquila qui ad andare via sei proprio tu….se il presidente avesse voluto vendere HAMSIK o LAVEZZI l’avrebbe fatto già da1pezzo l’unico che doveva essere venduto xchè non funzionale al gioco di MAZZARRI e non accettava la panchina e non credeva più nel progetto NAPOLI è stato QUAGLIARELLA(infatti appena si è presentato ha detto che la JUVE è uno step davanti al NAPOLI xchè i gobbi sono1società che punta alla scudetto parole DEL TANTO OSANNATO QUAGLIA) qndi prima di parlare aziona il cervello se poi tu appartieni a quella schiera di SAPIENTONI e allora non posso farci nulla…..cmq penso che INLER potrebbe venire ma tutto si deciderà sul filo di lina è una trattativa non facile molto complicata !!! per quanto riguarda YEBDA è1giocatore per le sue caratteristiche che mancava nel centrocampo azzurro forte fisicamente….buono con i piedi sicuramente meglio di PAZIENZA E BLASI messi insieme….buono anche negli inserimenti dobbiamo vedere come si ambienta a NAPOLI…..MAZZARRI ha ricevuto buone referenze lo vuole vederlo all’opera….per tutti gli IGNORANTI è venuto in prestito con diritto di riscatto …mentre SOSA è stato preso definitivamente !!!! io credo molto in MAZZARRI un allenatore che dopo15anni ci ha portato in EUROPA dobbiamo solo fare “CHAPOU” e finalmente si vede anche il bel gioco alla FACCIA DI TUTTI I GUFIIIIii !!!!! per stasera RAGAZZI SCATENATE L’INFERNO 😀 …….E SEMPRE FORZA AZZURRIIIIIIIIIIIII

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here