Questore di Firenze: “Attesi 454 tifosi del Napoli”

0
11

Sono 454 i tifosi, con regolare biglietto, attesi domani a Firenze per la partita Fiorentina-Napoli. Lo ha detto il questore di Firenze, Francesco Zonno, parlando del servizio di ordine pubblico in vista della gara. ''La previsione – ha aggiunto – non e' definitiva: siamo in contatto con Napoli per ottenere tutti i dati possibili che ci consentano di organizzare i servizi per affrontare l'arrivo dei tifosi da Napoli. Poi ci saranno i sostenitori partenopei che vivono in Toscana. Al momento, la situazione e' molto seguita''. ''A Firenze – ha spiegato Zonno – c'e' un sistema di ordine pubblico collaudatissimo, anche se e' un meccanismo che deve essere sempre implementato. Sono piu' che ottimista: invito i cittadini a collaborare in maniera da tenere isolati tutti quelli che remano contro. Noi vogliamo aiutare gli sportivi seri che vanno allo stadio a divertirsi''. ''Non mi rassegno all'idea di vedere l'Italia, ogni sabato e domenica, invasa da lanzichenecchi, gente che devasta soltanto – ha aggiunto il questore -. Credo che la nostra civilta' non ce lo permetta e non vedo perche' si debba subire una cosa da parte di minoranze che vanno avanti cosi' ormai da anni. La tessera del tifoso ci puo' aiutare e gli sportivi veri sono d'accordo con questa iniziativa – ha concluso Zonno -. Pensare che un ragazzino possa essere ferito da una 'bomba Maradona' per lo sfogo di qualche intemperante e' inaccettabile, incivile. Le situazioni irregolari vanno fermate con ogni mezzo possibile''. Il questore ha spiegato che per la partita di domani ''sono tantissimi i filtri, a partire da Napoli in su. A Firenze, man mano che i tifosi arriveranno ci saranno i controlli che servono''. Sull'annunciata protesta della tifoseria fiorentina che vuol scioperare davanti allo stadio, il questore ha ricordato che una cosa simile e' avvenuta domenica scorsa a Trieste. ''La gente ha seguito la partita con le radio delle auto e cio' e' consentito. Ciascuno puo' esprimere il proprio dissenso fino a che non sconfina in atti illeciti''.
Fonte: Ansa

LASCIA UN COMMENTO