Reja: “Vincere per stare tranquilli”

0
18

"Raggiungiamo prima possibile i 40 punti e poi lanciamo lo sprint finale…". Edy Reja come al solito ha le idee chiare ed il senso della realtà. Mai mettere il carro davanti ai buoi. Ed il carro azzurro adesso viaggia spedito verso il primo obiettivo: la salvezza. Serena ed anticipata possibilmente.

Mister va vista in quest’ottica Napoli-Palermo?

"Certo. La gara di domani può rappresentare la prima tappa verso i 40 punti e la quota tranquillità. Ma per ottenere punti bisognerà fare una grande partita. Il Palermo viene da un periodo particolare, hanno cambiato il tecnico e questo conferirà loro grandi motivazioni. Bisognerà tenere alta la soglia dell’attenzione".

A Napoli sia aspettano un’altra notte magica…

"Lo so, speriamo sia così. La notte ci porta bene ma non è che si vince solo perchè c’è la notturna. Dobbiamo giocarcela al massimo delle nostre potenzialità domani perché il Palermo è davvero un avversario temibile. Ha buona qualità in squadra e poi lì davanti c’è Amauri che è un campione assoluto. Può cambiare la gara in qualsiasi momento ed è per questo che dovremo limitarne i rifornimenti e fargli arrivare poche palle giocabili".

A proprosito di attaccanti, chi giocherà domani: Sosa o Calaiò?

"Questo lo deciderò domani. Di sicuro chi dei due dovesse giocare sarà all’altezza. Qualsiasi scelta farò sarà la scelta migliore perché Sosa e Calaiò sono due giocatori di caratteristiche diverse ma entrambi sono forti, due bomber da apprezzare ed elogiare per quello che hanno fatto e che faranno per il Napoli".

C’è ancora nella testa l’immeritata sconfitta dell’andata?

"Sì. Personalmene ricordo bene la partita di Palermo e devo dire che meritavamo almeno il pareggio. Spero che quel match ci possa dare ai ragazzi un ulteriore stimolo per far bene domani. Ma sono fiducioso perché il gruppo sta bene, siamo in buona forma e possiamo esprimerci ad alti livelli. Il Napoli ha componenti tecniche di grande qualità che sta mostrando di frequente. E’ davvero difficile vedere questa squadra giocar male. Abbiamo avuto un periodo difficile ma ne siamo usciti presto ed abbiamo reagito bene. I ragazzi hanno mostrato carattere e caratteristiche molto positive sotto il profilo psico fisico".

Mister domani taglia un altro grande traguardo: con 126 panchine azzurre consecutive supera anche il grande Chiappella…

"Beh, ovviamente sono orgoglioso di questo risultato. Associare il mio nome alla storia del Napoli è motivo di gioia ed orgoglio. Ma per questo record devo ringraziare il Presidente De Laurentiis ed il Direttore Marino per la fiducia e la stima che mi hanno sempre conferito".

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: sscnapoli.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO