Stefano Antonelli: Inler al Napoli entro domenica o diventa difficile

1
25

Stefano Antonelli, consulente per il mercato dell'Udinese è intervenuto a “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio CRC. Ecco il suo parere sulla vicenda Inler: "Il Napoli ha una corsia preferenziale. L’agente del calciatore e il Napoli stanno parlando delle ultime questioni, forse qualcosa non ha ancora portato all’accordo definitivo però domenica l’Udinese partirà per il ritiro perché dovrà preparare con serietà il traguardo del preliminare e credo che, conoscendo bene anche il pensiero di Pozzo, qualora non si arrivi ad un accordo entro domenica, Inler resterà ad Udine. Pozzo non permetterà
di andare in ritiro con la telenovela Inler. Gokhan è un grande calciatore e un uomo importante soprattutto per lo spogliatoio dell’Udinese. Se non si trovano situazioni immediate, Inler resterà ad Udine perché questa situazione si è protratta troppo nel tempo.   Guidolin sarebbe felicissimo se Inler restasse ad Udine.
"
L'intervista ad Antonelli prosegue poi sul mercato della squadra friulana: "Il progetto Udinese è un progetto di evoluzione continua quindi di talenti continui però quando ci sono obiettivi importanti in gioco, l’intenzione è quella di non indebolire l’organico".
Asamoah ha un mercato infinito ma non andrà via da Udine, l’unico calciatore che potrebbe lasciare la piazza è Zapata. Sul calciatore ci sono club importanti, tra cui il Villarreal. Per ciò che  concerne il mercato in entrata, probabilmente arriverà Moussè Doubai, un centrocampista che giocava in svizzera. Parolo ha fatto molto bene quest’anno, ma per ora non c’è nulla di concreto. Al momento Inler potrebbe lasciare Udine, ma col ritorno di D'Agostino, con Asamoah, Pinzi, Badu e Doubai che probabilmente arriverà, a centrocampo l’Udinese è a posto. Isla resterà in Friuli, c’erano tante soluzioni da vagliare, ma resterà tranquillamente ad Udine. Questo organico non va smobilitato, ma se è possibile rinforzato
”.

Redazione Napolisoccer.NET

 

 

 

 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è
intervenuto Stefano Antonelli, consulente di mercato dell’Udinese

“Napoli, se entro il 3 luglio non
chiudi per Inler, lo perdi”

“Ormai la storia Inler la si conosce bene. Ad un certo punto si è
intromessa un’antagonista, ovvero la Juventus, ma il Napoli ha
una corsia preferenziale. L’agente del calciatore e il Napoli stanno
parlando delle ultime questioni, forse qualcosa non ha ancora portato
all’accordo definitivo però domenica l’Udinese partirà per il ritiro perché
dovrà preparare con serietà il traguardo del preliminare e credo che,
conoscendo bene anche il pensiero di Pozzo, qualora non si arrivi ad un
accordo entro domenica, Inler resterà ad Udine. Pozzo non permetterà
di andare in ritiro con la telenovela Inler. Gokhan è un grande calciatore
e un uomo importante soprattutto per lo spogliatoio dell’Udinese. Se
non si trovano situazioni immediate, Inler resterà ad Udine perché
questa situazione si è protratta troppo nel tempo. Se non si troveranno
soluzioni a breve giro, fermo restando che la squadra partirà il tre luglio
per il ritiro, Inler resterà a Udine. Conoscendo la psicologia della famiglia
Pozzo, quando c’è in gioco un obiettivo così importate, tutti devono
essere concentrati. Guidolin sarebbe felicissimo se Inler restasse ad
Udine. Il progetto Udinese è un progetto di evoluzione continua quindi
di talenti continui però quando ci sono obiettivi importanti in gioco,
l’intenzione è quella di non indebolire l’organico. Asamoah ha un mercato
infinito ma non andrà via da Udine, l’unico calciatore che potrebbe
lasciare la piazza è Zapata. Sul calciatore ci sono club importanti, tra cui
il Villarreal.

Per ciò che concerne il mercato in entrata, probabilmente arriverà
Moussè Doubai, un centrocampista che giocava in svizzera. Parolo ha
fatto molto bene quest’anno, ma per ora non c’è nulla di concreto. Al
momento Inler potrebbe lasciare Udine, ma col ritorno di Agostino,
con Asamoah, Pinzi, Badu e Doubai che probabilmente arriverà, a
centrocampo l’Udinese è a posto.

Isla resterà in Friuli, c’erano tante soluzioni da vagliare, ma resterà
tranquillamente ad Udine. Questo organico non va smobilitato, ma se è
possibile rinforzato”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO