Mazzone: “Lucarelli non deluderà, è l’attaccante ideale per Mazzarri”

0
68

Tre mesi di passione per un risultato di prestigio: Carlo Mazzone e Cristiano Lucarelli hanno portato insieme il Livorno in Coppa Uefa alla fine della stagione 2005-2006. Il tecnico, che ha allenato il Napoli nel 1998, subentrò a febbraio al dimissionario Donadoni e condusse i labronici al nono posto, diventato sesto dopo la tempesta Calciopoli. Con Mazzone, Lucarelli segnò 7 reti; 19 i sigilli a fine campionato. Mazzone, come giudica l’arrivo a Napoli di Cristiano Lucarelli? «Un ottimo acquisto, si tratta di un grande professionista, un giocatore importante che farà bene perchè gioca con entusiasmo» Possono essere un’incognita i quasi 35 anni? «Non so in che condizioni fisiche sia ma conosco perfettamente la sua enorme voglia di calcio. Sono certo che ha scelto di venire a Napoli per fare bene non certo per perdere tempo o per rubare i soldi. Ha preso anche un importante impegno morale con Mazzarri, sa bene cosa l’aspetta in una piazza tanto prestigiosa come quella partenopea». Che legame ha con lui? «Un grandissimo rapporto: Cristiano è un ragazzo eccezionale, intelligente, professionale, legato ai valori reali dello sport, ve ne accorgerete. Sul piano umano ho avuto con lui un rapporto meraviglioso». Che tipo di contributo potrà dare al Napoli? «Notevole in termini di esperienza e di fiuto del gol. Ha temperamento, sul piano atletico sa farsi rispettare». Lei che ha conosciuto l’ambiente partenopeo, come può inserirsi un personaggio come Lucarelli? «È un ragazzo che si lega subito alle città dove gioca: è uno che crede nei valori importanti, onora sempre la maglia e lo stipendio, ha un’alta considerazione del pubblico, sa che i tifosi vanno sempre rispettati e onorati. Se ha deciso di venire a Napoli lo ha fatto, sicuramente con entusiasmo, farà senz’altro bene». Dunque, il feeling tra Lucarelli e i tifosi azzurri è scontato… «Può scoccare la classica scintilla tra la gente calorosa di Napoli e Cristiano, che è anche un trascinatore, un combattente, un generoso, uno che si assume le responsabilità in ogni situazione». Accetterà senza problemi il ruolo di quarta punta? «Questo non lo so, a Livorno con me ha sempre giocato. Però è un professionista serio e accetterà le scelte dell’allenatore. Non dimentichiamo che ha un rapporto speciale con Mazzarri». E infatti l’allenatore lo ha fortemente voluto. «Walter ha assunto un impegno professionale importante con la società, certamente avrà parlato con De Laurentiis di Lucarelli e avrà chiarito con lo stesso Cristiano come intenderà utilizzarlo. Auguro a Lucarelli di fare bene e di segnare tanti gol». Tra Cavani, Lavezzi e Quagliarella quale è il giocatore con cui Lucarelli potrebbe completarsi al meglio? «Con tutti e tre. Cristiano è un attaccante vero, il calciatore ideale per aggiungersi a ciascuno delle altre punte azzurre. Attacca lo spazio, ha stazza, fisico, carattere, è ambidestro e calcia le punizioni: insomma è davvero un centravanti completo. Con lui il Napoli dimostra di avere un progetto importante: il club lotterà certamente per grandi traguardi».

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: il mattino



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here