De Laurentiis dice no al nipote di Blatter!

1
24

A partire dal prossimo campionato, il primo con i diritti venduti collettivamente come prevede la legge Melandri-Gentiloni, come ricorda il Corriere della Sera, sarà la Lega Calcio a produrre in proprio le immagini delle partite. Compito non facile, ma che, tuttavia, sancisce una prerogativa in grado di sconvolgere la messa in onda degli incontri. Le varie squadre possono infatti decidere che tipo di partita trasmettere, avendo, in linea teorica, competenza sulla regia. Nella situazione che si è venuta a creare, una sola squadra in Italia sarebbe in grado di produrre una partita: il Milan. Che alle spalle ha Mediaset. Cosa hanno fatto le società di calcio, salvo Inter e Napoli? Hanno affidato questo compito alla potente società Infront, partner commerciale della Lega. Infront Sports & Media è un gruppo internazionale che ha per presidente e amministratore delegato Philippe Blatter, nipote del presidente della Fifa Joseph Blatter. Infront Italia, oltre ad essere l’advisor strategico di Lega Calcio per l’offerta e commercializzazione dei diritti tv e media dei campionati di Serie A e B, Coppa Italia e Supercoppa Italiana (garantendo, solo per la serie A, una cifra che si aggira sui 900 milioni all’anno), si occupa anche di attività di marketing, advertising, sponsor e strategie di promozione per il Milan, la Lazio, il Palermo, il Cagliari e il Genoa. Solo per questa stagione Infront ha spuntato da Sky qualcosa come 570 milioni (telecamere negli spogliatoi prima dell’arrivo delle squadre, o con i giocatori, ma senza giornalista e in differita; interviste ai giocatori durante l’intervallo), da Mediaset Premium 210 milioni e da Dahlia Tv 70 milioni (trasmissione di 8 squadre). Poi ci sono altri diritti: radiofonici, highlights, ecc. Da poco è stato concluso un accordo con Vodafone per il pacchetto «Mobile» per la trasmissione in diretta e in differita del prossimo campionato della massima serie su smartphone. Per sfruttare meglio l’audience televisiva, le partite saranno spalmate a giorni e a ore diverse dal tradizionale appuntamento della domenica pomeriggio. Come si vede, conclude il Corriere della Sera, Infront è la vera padrona del calcio italiano.
Fonte: NapoliToday

 

1 COMMENTO

  1. pur dando ragione a DeLaurentis – non vorrei che questo suo mettersi di traverso non danneggi la squadra.Mi spiego meglio:la Fifa CI MANDA GLI ARBITRI PER l’Europa league- mettersi contro di questa potentissima organizzazione non ci aiuta,.L’articolo infine spiega che Inter e Napoli non hanno aderito alla Infront….come si regoleranno queste due società??Spero di avere una risposta in merito.

LASCIA UN COMMENTO