Eldo, è caccia alla Upim Bologna

0
30

Ad uno sguardo superficiale sembra ancora una missione impossibile. Ma, calendario alla mano, le chance di play off della Eldo non sono poi così remote, anche se l’impresa resta titanica. L’avversaria sulla quale fare la corsa è senza dubbio la Upim, che è ottava a 28 punti, 4 più dei partenopei, e deve ancora affrontare Napoli. Pesaro, invece, è a quota 30, ha un calendario abbordabile e un doppio confronto favorevole con gli azzurri. In realtà è come se avesse 8 punti di margine: troppi da recuperare in sei giornate. Esattamente come l’Armani Milano. Su Bologna invece la corsa è possibile. I fortitudini hanno un organico super ma grandi problemi di chimica, giocano a corrente alternata e hanno una serie di partite davvero difficili all’orizzonte. La prima è proprio domenica mattina nell’anticipo tv contro la Lottomatica in casa: Roma è la migliore del gruppo dopo Siena, non ha più le scorie dell’Eurolega e punta a fare un grande finale di campionato tenendosi stretta la seconda piazza. Tra l’altro arriva da un match giocato male se pur vinto contro Cantù e coach Repesa in settimana ha tuonato contro i giocatori. Dunque c’è da attendersi una Lottomatica molto concentrata e poco incline a regali di sorta. Se la Upim dovesse perdere in casa, addolcirebbe anche un’eventuale sconfitta a Treviso della Eldo, che poi può contare su 2 match consecutivi in casa, ovvero i due derby contro Avellino e Scafati. «Siamo ancora in corsa per i play off, ci proveremo sino alla fine: dopotutto sono appena a 4 punti, sarebbe sciocco non provarci anche se sarà difficile perché ci sono molte squadre in ballo – commenta Malaventura – di queste ultime sei partite dovremo provare a vincerne almeno cinque. Ora affrontiamo Treviso e sarà già il primo esame per verificare le nostre chances». La Upim dopo il duro test casalingo con Roma, ha due trasferte in fila: Cantù e Treviso. Dovesse uscire da questo trittico con una sola vittoria, cosa possibile, potrebbe affrontare la Eldo con soli 2 punti di margine. E si tratterebbe a quel punto di uno spareggio vero e proprio. Insomma, la squadra è carica e concentrata: oggi ultimo allenamento a Napoli, domani partenza per Treviso. La Benetton è avvertita: sarà una battaglia.

 

Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteDiego jr si dà al beach soccer
Prossimo articoloPallanuoto: “Buonocore rischia Pechino”
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO