Eurolega: Posillipo ingenuo, Silipo s’infuria. Al Recco il primo round 13-10

0
105

PRO RECCO – TUFANO POSILLIPO 13-10 (4-1; 3-2; 2-3; 4-4)

PRO RECCO: Tempesti, Giacoppo, Madaras 3, Mangiante, Kasas 3, Vujasinovic 4, Felugo 1, Angelini, Benedek 2, Calcaterra, Udovicic, Deserti, Giorgetti. Allenatore: Porzio.TUFANO HI-FI POSILLIPO: Violetti, Saccoia, Mattiello 1, Buonocore 1, Janovic 2 (1 rig), Bencivenga, Gambacorta, Gallo 2, Zlokovic 1, Stritof 1, Di Costanzo 1, Scotti Galletta 1, Negri. Allenatore: Silipo. ARBITRI: Vuletic (Croazia) , Naumov (Russia). NOTE: uscito per tre falli Bencivenga nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Recco 9/15, Posillipo 4/11.

Ingenuità finale e un’amarezza senza fine. La soluzione migliore è affidare alle parole di Carlo Silipo il commento di Pro Recco-Posillipo 13-10, andata dei quarti di finale di Eurolega: «Sono molto amareggiato, molto arrabbiato. Perdere così fa proprio male: dopo uno svantaggio di 5 reti abbiamo recuperato e siamo andati sotto fino al meno uno. Il tutto, senza Postiglione e senza Buonocore, che si è infortunato nel corso della partita. Non so proprio cosa dire, quest’anno è assurdo: infortuni su infortuni. Comunque, a 20 secondi dalla fine, con il pallone in nostro possesso, abbiamo commesso un’ingenuità, un contro-fallo che ha regalato al Recco la possibilità di tirare: una squadra esperta non può perdersi così, ma è accaduto e il Recco ha segnato il 13-10. Avemmo potuto gestire e tentare il tiro del meno uno e invece. Recuperare tre gol a questo avversario è un’impresa». Fotografia perfetta. Il Tufano Hi-Fi ha commesso un peccato mortale: sotto di 5 reti si porta fino al 9-8 e poi perde Buonocore per un grave infortunio, accompagnato in ospedale con una spalla fuori uso, e Bencivenga e Mattiello per falli. Postiglione, invece, era rimasto a letto bloccato da un forte attacco influenzale: mille difficoltà, jella paurosa ma tanta tenacia. Poi la follia finale: sul 12-10 a 20 secondi dalla fine, il Posillipo ha la possibilità di provare l’ultimo tiro e invece commette fallo in attacco: Madaras ci prova a un secondo dalla sirena e beffa Violetti da distanza siderale. Silipo s’infuria a giusta ragione. «Non accetto certe ingenuità che tra l’altro rischiano di compromettere una stagione intera. Una squadra esperta non può commettere questi errori». Il ritorno è in programma alla Scandone il 9 aprile: «Nulla è impossibile – continua Silipo – ma lo svantaggio è cospicuo. Dal potenziale meno uno dovremo partire dal meno tre. Sono arrabbiato». RISULTATI. Pro Recco-Posillipo 13-10; Jug Dubrovnik (Cro)-Olympiacos Pireo (Gre) 10-5; Primorac Kotor (Mne)-Teva Vasas Budapest (Ung) 6-8; Partizan Belgrado (Ser)-Mladost Zagabria (Cro) 9-9.

Il Mattino

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here