Posillipo, nove gol su dieci a uomini pari e Padova affonda

0
34

TUFANO HI-FI POSILLIPO – PADOVA 10-5 (4-2; 2-1; 2-1; 2-1)

TUFANO HI-FI POSILLIPO: Negri, Postiglione 2, Mattiello 1, Buonocore 1, Janovic, Violetti, Gambacorta 1, Gallo 1 (rig), Zlokovic 2, Stritof, Di Costanzo 1, Scotti Galletta, Bencivenga 1. Allenatore: Silipo.
PADOVA: Caprani, Filippetto, Petronio, Bacelle D. 1, Bacelle M., Zubcic 1, Zanovello, Trevisan, Powers 2, Moldvai, Taglia, Glavan 1, Gaspari. Allenatore: Pisano.
ARBITRI: Zappatore (Taranto) – Ceccarelli (Firenze).
NOTE: nessuno uscito per tre falli. Spettatori 200 circa. Superiorità numeriche: Posillipo 1/4, Padova 2/4.

Un pensiero al Padova, un altro al Barceloneta. Il Tufano Posillipo fa le prove di Eurolega battendo i veneti alla Scandone. Partita senza storia ai fini del risultato, in pratica messo già al sicuro dopo meno di metà gara. Volenterosi gli avversari, niente di più però: ma se la gara serviva per saggiare la condizione generale, Silipo può essere comunque soddisfatto. Partita sempre in mano ai napoletani, discreto ritmo, continua rotazione tra gli uomini disponibili ad eccezione di Violetti: il portiere ieri sera ha accusato un risentimento muscolare alla gamba destra. Niente di preoccupante, meglio però non rischiare proprio in vista del match di Eurolega di mercoledì prossimo. Parte tra i titolari Di Costanzo, avviato verso il recupero totale. Prima rete della serata di Zlokovic, ai due metri. Poi impatta Bacelle D. con un tiro dalla distanza, risponde ancora il centroboa montenegrino con un bel tap-in volante sottorete. Silipo ordina una registratina in difesa dopo il secondo pareggio di Powers. In attacco invece le cose vanno benino: si segna solo a uomini pari e il Tufano allunga (4-2) grazie a Bencivenga e Postiglione. Dopo due minuti della seconda frazione siamo 6-2 perché Gambacorta e Mattiello non perdonano Caprani. Il ritorno parziale del Padova (4-6) mette un po’ di Pepe alla gara, che però viene chiusa immediatamente dai partenopei. Buonocore, Postiglione e Di Costanzo piazzano il break decisivo (9-4) e così per quasi due tempi la gara ha quasi il sapore dell’allenamento. Chiude Gallo con un rigore, da segnalare i nove gol su dieci posillipini a uomini pari.
C.N. Posillipo

LASCIA UN COMMENTO