Denis, dice no all’Udinese

15
161

German Denis blocca il mercato del Napoli. E lo blocca da separato in casa: lui, già ceduto all’Udinese a titolo definitivo, e dunque fuori dai programmi azzurri in maniera conclamata, non ha ancora abbracciato la squadra cui è stato destinato per problematiche personali.

Non ha ancora trovato l’ accordo per l’ingaggio, attualmente superiore ai 600mila euro, e non ha la minima intenzione di mollare neanche un centimetro sulla richiesta. Il braccio di ferro è in atto con il club bianconero, ma nel frattempo anche l’arrivo di Cristiano Lucarelli, l’uomo indicato da Mazzarri per completare il parco attaccanti, è bloccato. Un giro complesso che potrebbe trovare una soluzione nelle prossime ore: il manager del Tanque, Leo Rodriguez, è partito e domani arriverà in Italia proprio per incontrare l’Udinese. Anche il Napoli è in attesa.

German ha perso la serenità necessaria per preparare una stagione: lavora con la consueta serietà e professionalità, ma la lunga serie di errori, anche banali, nel corso dell’amichevole di domenica ha confermato in maniera chiara quale sia lo stato psicologico di Denis. Che a Napoli è destinato a trovare sempre meno spazio, soprattutto dopo l’arrivo di Cavani, e che nel frattempo dibatte vivacemente con l’Udinese per trovare l’accordo sull’ingaggio.

E il Napoli? È alla finestra come Lucarelli, in questo gioco di scambi con il Parma che non ha ancora trovato definizione: il club emiliano è interessato a diversi azzurri per stessa ammissione del presidente Ghirardi, soprattutto Cigarini e Pazienza, ma sarebbe addirittura disposto a rilevare anche qualche esubero, tipo Amodio e Dalla Bona (da girare poi altrove), in modo da collaborare fattivamente con il Napoli. Che punta innanzitutto a sfoltire la rosa. A proposito di Cigarini: la trattativa con il Siviglia è nel pieno: anche in questo caso, il ds Bigon attende a breve una risposta definitiva, considerando che il calciatore e il club andaluso hanno già raggiunto l’accordo.

Una situazione simile nella sostanza a quella di Denis, sebbene in questo caso siano le società a non essere attestate su posizioni convergenti. E così dopo Denis, Lucarelli e Cigarini, è sorto un ostacolo anche per Franco Zuculini. La situazione è semplice: il suo manager, Dario Decoud, l’agente Fifa, Filippo Fusco, e il calciatore sono in Germania per concludere il passaggio in azzurro del mediano argentino. Una missione preparata con cura nei minimi dettagli, con tanto di offerta del Napoli in busta chiusa: un’offerta corrispondente alle richieste dell’Hoffenheim.

Il problema è che il club tedesco ha cambiato il direttore sportivo e il nuovo dirigente ha ritenuto non adeguata la proposta economica relativa al prestito (il riscatto è fissato a 6 milioni e 200mila euro): vuole un milione in più, ovvero il triplo rispetto al precedente accordo già definito di 500mila euro. Si tratta ancora. Anche perché ieri Zuculini ha ribadito al suo club di volere soltanto il Napoli.
Fonte: Il Mattino

15 Commenti

  1. Bravo Denis non mollare e resta fiducioso al Napoli.La maggior parte dei tifosi ti adora e sicuramente questo sarà un anno ricco di soddisfazioni e di gol.Non ti preoccupare se al momento non parti titolare che poi sicuramente diventerai uno dei punti di forza della squadra!

  2. Ma ke Denis se ne vada… fa così tanti problemi d’ingaggio… già è un miracolo ke a Napoli prende 700.000 euro a stagione x quello ke ha dimostrato… nessun altro club glie li darebbe e infatti… Ke dimostrasse di valerli i soldi, poi può parlare… Ke se va all’Udinese e lo fanno giocare titolare, poi fa il bidone pure li, voglio vedè come parla… Ke ci faccia il piacere e se ne vada così almeno libera il posto a Lucarelli, un panchinaro di tutto rispetto, ke se serve entra ed è utile… Tanto ormai l’attaccante titolare l’abbiamo preso!

  3. comunque sono daccordo che denis vada via! si ha fatto per quello che gli davano le sue possibilità, ma il napoli sè dà oggi fà il salto di qualità allora è bene che cambi tutto. io vorrei giocatori di qualità e non di quantità! sono contenta che arrivi cavani e spero che andranno via anche gli esuberi. ciao denis grazie per tutto e buona fortuna.

  4. ….. denis puntati con la società , fai bene io farei lo stesso a costo di non giocare, non devono averla sempre vinta loro….!!!! ti porti a casa 700 mila euro seduto in panchina ….. che cazzo te ne frega …. !!!! cerrto non giochi , ma ti assicuro che c’è di peggio nella vita…!! poi magaari loro malgrado, un giorno entri parchè , non ci sono cambi .. squalifiche ecc ecc magari fai 2 gol e cambia tutto …. !!! si sa che nel cinismo e stupidità del calcio, un minuto prima sei un campione , uno dopo , sei un brocco….. auguri.

  5. Ecco la dimostrazione di quanto Denis abbia notevoli problemi a livello caratteriale: sente troppo le situazioni che non sono proprio attinenti al campo di calcio e sbaglia tanti gol anche in allenamento. Peccato sarebbe stato un ottimo centravanti, ma la sua emotività lo limita tantissimo. Comunque vada un grazie per l’attaccamento alla maglia.

  6. Sono stato a Folgaria lo scorso fine settimana…..Denis con tutto il cuore è un LESSO un ragazzone che si muove al rallentatore ed è macchinoso. adesso più che mai …ora se un giocatore come lui ha l’umiltà di restare al Napoli senza malumori e con la voglia di dimostare con FATTI (disciplina e goal ), il suo “eventuale valore potenziale” che resti pure consapevole di prendere un OTTIMO ingaggio dal Napoli (ricordiamoci che il suo palmares non poi coì ricco), e di avrere davanti a se gente come QUAGLIARELLA E CAVANI, …..
    Il buon Tanqe le sue opportunità le ha avute in questo appena concluso ed il precedente campionato, …….qualche goal segnato ….ed una serie infinita di goal MANGIATI e qualche buona prestazione quando è stato impiegato a partita iniziata!!!……….
    PS Il primavera INZAINE……è un fenomeno!!!!! da non perdere di vista questi ragazzini del vivaio …….per poi ritravarseli affermati calciatori in altre società con il rimpianto di non avere avuto il coraggio di credere il loro!! APRIRE GLI OCCHI !!!!!!

  7. Cioè non ho capito perchè Denis dovrebbe andar via…ha sempre sudato la maglia e fatto gol pesantissimi….si sbaglia tanto, ma non è che Quagliarella sia da meno…e poi sarei d’accordo se al suo posto arrivasse un buon giocatore, ma Cristiano Lucarelli no! Scarso e pure antipatico comm ‘a morte! Denis e Bogliacino in panchina vanno benissimo, il problema non sono loro!

  8. denis è un bravo ragazzo di 29 anni ma facciamo parlare i numeri:
    stagione 2002-2003 cesena 29 presenze 3 goal
    stagione 2003-2005 arsenal de sarandi (arg) 60 presenze 13 goal
    stagione 2005-2008 colon + indipendete (arg) 70 presenze 37 goal
    stagione 2008-2010 napoli 72 presenze 15 goal

    lascio a voi i commenti…

  9. dennis e’ un combattente nato e quando ha giocato non si e’ tirato mai indietro. non mollare dennis tanto con campionato uefa e coppa italia le partite sono tantissime e se anche parti dalla panchina finisce che giochi piu’ degli altri.

LASCIA UN COMMENTO