Eldo e i play off contro Treviso il match chiave

0
30

La vittoria resta sempre la migliore medicina. È bastata la grande partita contro Rieti per fare rifiorire le speranze in casa Eldo. A sei giornate dal termine, nello spogliatoio azzurro è tornata la carica giusta. La squadra si è ricompattata sancendo un patto morale: tutti concentratissimi per l’assalto finale all’obiettivo play off. E le sensazioni sono davvero buone, a partire dal coach Piero Bucchi: «Non posso negare che per 35′ contro la Solsonica ho visto una grande prestazione. Segnare 99 punti, con magnifiche percentuali al tiro, e mettere sotto di 24 punti la squadra che veniva da tre vittorie e da una sconfitta all’ultimo secondo contro Siena, non è cosa da tutti. Quando giochiamo bene, possiamo fare tremare qualsiasi avversaria. Il rammarico per i due stop in fila c’è, soprattutto per quello di Cantù, ma ora dobbiamo andare avanti. Finché la matematica ci dà una speranza, noi ci crediamo. E intanto pensiamo anche alla costruzione della squadra per l’anno prossimo che non può prescindere da un nucleo italiano di valore. In questo senso le conferme di Malaventura e Flamini sono fondamentali, così come la presenza in quintetto di un italiano o di un comunitario di grande valore. Se Rocca resterà, tanto meglio, altrimenti bisognerà provvedere». Proprio Malaventura è stato il migliore contro Rieti: «È stata una buona serata per me, ma direi che tutti hanno giocato al top – commenta Matteo – ci siamo ritrovati e ora l’intento è di non spezzare questo sogno. La partita di domenica a Treviso sarà importantissima, loro terranno ad agganciarci in classifica, noi con una vittoria faremmo un deciso passo avanti». Sulla sua permanenza a Napoli, Malaventura non si sbilancia. «Qui mi trovo bene, ho spazio, mi diverto, dunque ci sono le basi per rinnovare il contratto che mi scade a giugno. Il nucleo degli italiani è basilare, sono d’accordo con Bucchi. Anche in situazioni di emergenza non mollano mai e la società sa sempre di poterci contare». Ieri è stato raggiunto un accordo tra Fip e Lega: l’anno prossimo saranno sempre 4 i giocatori di formazione italiana più 2 giocatori con passaporto italiano. Dal 2009 al 2012 saranno 5 (con 1 giocatore con passaporto italiano) e nel 2012-13 si arriverà a 6 giocatori di formazione italiana. Intanto la Eldo tornerà in tv per il derby con Scafati sabato 12 aprile alle 14,30 su Sky Sport2.

Il Mattino

SHARE
Previous articleCysterzpiller: “Saviola al Napoli? Non ne so nulla”
Next articleNapoli, il caso Iezzo apre il mercato
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LEAVE A REPLY