Dopo 23 anni il San Paolo avrà un nuovo manto erboso

0
48

Il manto San Paolo si rifà il look. Dopo 23 anni l’impianto di Fuorigrotta avrà un nuovo tappeto erboso. Il terreno di gioco diventerà una vera e propria moquette che esalterà le doti tecniche di Lavezzi, Hamsik, Quagliarella e dei campioni azzurri. Un’opera che darà maggiore impulso allo spettacolo nello storico stadio napoletano che proprio lo scorso dicembre ha festeggiato il 50esimo anniversario.

Ridare al San Paolo un manto erboso in perfette condizioni era uno degli obiettivi che il Presidente De Laurentiis si era prefisso nel suo progetto crescita globale. Al rifacimento del manto del San Paolo sono impegnati dieci operai che lavorano quotidianamente compreso il sabato. Il terreno di gioco è stato interamente rimosso fino ad una profondità di 40 centimetri. Verrà sostituito l’impianto di drenaggio, rifatto completamente lo scarico fognario e sarà messo in funzione un nuovo metodo di irrigazione che agirà su un substrato poroso che faciliterà l’ottimale crescita del nuovo campo erboso naturale.

Era dal 1987 che il tappeto di gioco del San Paolo non veniva cambiato. Per la prossima stagione gli azzurri avranno così un nuovo terreno su cui seminare e far germogliare le ambizioni di una stagione che vedrà il Napoli protagonista in Italia ed in Europa.

Fonte: www.sscnapoli.it (Foto Cuomo)

 

 

Condividi
Articolo precedenteNapoli-Udinese, trovano l’accordo per Denis
Prossimo articoloLe nuove norme sugli extracomunitari complicano il trasferimento di Denis all’Udinese
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO