Di Marzio: “L’Udinese insiste per Denis”

8
17

L’Udinese torna alla carica per Denis. Questa è l’anticipazione fornita, ai microfoni di Sky Sport 24, da Gianluca Di Marzio, noto conoscitore delle vicende azzurre. Secondo il giornalista Sky "L’Udinese ha alzato l’offerta per Denis ed ha offerto al Napoli 3 mln per la comproprietà dell’attaccante argentino". Ora tocca al Napoli decidere, anche se la società azzurra è più propensa a cedere il giocatore a titolo definitivo in modo da racimolare liquidità e liberare un posto da extracomunitario.
Di Marzio ha anche rivelato che il Cagliari ha respinto un’offerta per del Napoli per Matri mentre ha confermato l’interessamento per Datolo da parte dello Sporting Lisbona, sottolineando che al centrocampista argentino sono interessate anche l’Almeria ed il Racing Santander.

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: Sky Sport 24

8 Commenti

  1. non lo vendiamo, è bravo, è forte anche tecnicamente, fa gioco per seè e per la squadra e con un pò di continuità e fiducia risolverà anche i probemi con la porata

  2. macchè… dai ragazzi lo conosciamo bene ormai questo giocatore… non vede la porta, non sa stoppare, non ha intelligenza tattica, non è un trascinatore… sa solo colpire di testa… niente di + niente di meno del pampa sosa, di kenneth andersson, di tare o corradi… tutti giocatori che magari possono centrare una stagione fortunata e segnare 15-20 gol, ma che di certo nessuno rimpiange…

  3. Eppure sono convinto che Denis é un buon attaccante.
    Credo che la soluzione della “punta” l’abbiamo in casa, e si chiama Denis.
    Possibile che l’ottimo Mazzarri non lo vede.
    Come anche per Cigarini. Mah…

  4. Ma allora in Europa con chi andiamo ? Con Lucarelli che ha 35 anni o con Trezeguet che ne ha quasi 34 ? Io suggerirei di pensare anche a Fabio Cannavaro (37 anni) ed al messicano Blanco (38 anni) e poi saremmo veramente a posto. Ma voi avete capito qualcosa di questa campagna acquisti ?

  5. marco palmiero da pianeta napoli ieri ha voluto dare una lezione di economia aziendale a tutti noi.di ciò lo ringrazio anche a nome degli altri sprovveduti come me,che pur essendo tali non possono fare a meno di porre delle domande.inriferimento a quanto scritto dal palmieri.italpetroli,a garanzia dei debiti contratti con unicredit,diede a.s.roma calcio.l’ifi e non la fiat,controllante la juventus,cassaforte della famiglia agnelli,non ha alcuna,ci mancherebbe,difficoltà economica.secondo me il sig.plmieri invece di medicare,e mi domando perchè,ha ciaccatoperchèaccostando il napoli alla roma,io capisco che il plus introito dellas.s.c.napoli và a sanare la filmauro se ciò dovesse essere un’ipotesi attendibile il coro è:giù le mani dai ns. soldi

  6. i tifosi del napoli,quale io sono,spesso,per la loro incontrollata e smisurata passione,vengono considerati e trattati come”gente da arraugliare” da incanalare e convincere che è così “è come diciamo noi.NO NON è COSì: caro sig. palmiero lei parla di valore di produzione e costi di gestione ma senza menzionare cifre,chissà perchè? e,quindi ,lei lascia ad intendere,ci potrebbe anche essere il rischio,addirittura,di vendere i campioni per pagare gli esuberi.una domanda:ma è farina delsuo sacco ciò che ha scritto? valore di produzione:il napoli fattura 120milioniiiii all’anno.costi di gestione COMPRENSIVO STIPENDIO ESUBERI 40 milioniiiii. i restanti 80milioniiiii a chi vanno? redazione come sempre nn c’è nessuna offesa,la facciamo passare questa e la precedente? già ne aboliste due innoque ma veritiere.

LASCIA UN COMMENTO