De Laurentiis: “Quagliarella l’ho comprato e non posso che pensarne bene”

16
338

"Non ho intenzione di cedere i nostri gioielli, a meno che non arrivi un pazzo con offerte fuori mercato"
L’intervista del presidente Aurelio De Laurentiis rilasciata a Roma sul set cinematografico e pubblicata dal Corriere dello Sport è la stessa di quella riportata dall’Ansa (leggila qui) ma a leggerle sembrano quasi due dichiarazione differenti, fatte in momenti e tempi diversi, in particolare su quel che riguarda il futuro di Fabio Quagliarella. Noi, per dovere di cronaca, riportiamo anche questa pubblicata dal Corriere dello Sport:
"Io l’ho comprato e non posso che pensarne bene – si legge sul Corriere dello Sport -. Senza le tre giornate di squalifica – spiega De Laurentiis – avrebbe potuto segnare qualche gol in più, incassare un premio previsto dal suo contratto e forse noi saremmo arrivati quarti".
Sull’interessamento dei russi per Quagliarella il presidente del Napoli poi spiega: "Sono facilmente rintracciabile, se arriva una telefonata oppure un’offerta di 10 rubli, io rispondo che m’interessa o che non m’interessa. Questo discorso non vale solo per Quagliarella ma per tutti i calciatori. Le offerte serie vanno prese considerazione per capire il valore reale dei nostri giocatori".
Questo il resto dell’intervista al presidente Aurelio De Laurentiis pubblicata dal Corriere dello Sport: "Sono dell’idea che bisogna sempre verificare quello che l’allenatore vuole fare. Mazzarri mi ha detto in tempi non sospetti che per il campionato ha bisogno di 16 giocatori, per l’Europa League di 21-22. Noi quanti ne abbiamo adesso?"
"Noi dobbiamo assolutamente cedere e poi acquistare i tasselli giusti. Comprare per comprare non ha senso. Servono rinforzi funzionali sui tre fronti".
"Voglio giovani che possano adattarsi nel nostro progetto. Noi abbiamo detto che vogliamo un difensore mancino, un centrocampista e un attaccante. In un contesto di rientri e di rivisitazione del modulo, Mazzarri potrebbe pure decidere nel reparto arretrato e in mediana di aspettare qualche mese. Il nostro allenatore ha la cloche in mano. Deve decidere chi tenere e chi no, ho dato a lui questa responsabilità. Io faccio il presidente".
"Non mi posso permettere di chiudere i conti in rosso. Le finanze del club devono essere in ordine e io non voglio sfasciare nulla. Devo accontentare i cinque milioni di tifosi del mondo. Saremo all’altezza, non ho intenzione di cedere i nostri gioielli, a meno che non arrivi un pazzo con offerte fuori mercato"
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista tratta dal Corriere dello Sport



16 Commenti

  1. Si Si 16 giocatori per Serie A.

    In panchina vanno 7 signore presidente…. 11 + 7 sono 18. Ma che 16? Poi infortuni??

    A volte penso che nessun capiscono niente nel calcio italiano (vedi il Mondiale…)

  2. due versioni diverse ed esposte in modo molto differente l’una dall’altra e ciò a secondo se un giornalista vuol fomentare o essere serio e fare cronaca sul reale significato delle parole del presidente.

  3. Secondo me è proprio come si sospetta….questo i soldi o non ce li ha oppure non li vuole cacciare… Si contraddice da solo, non dice mai le stesse cose…. questo è De Laurentiis. Faranno una squadra mediocre per i conti devono stare a posto.
    MI RACCOMANDO!! NIENTE ABBONAMENTO.

  4. Ragazzi potrà anche essere odioso, presuntuoso e dire cose che noi non vorremmo mai sentire, ma alla fine io mi sento di dargli ragione.

    De Laurentiis prese il Napoli e da novellino cominciò ad attaccare tutti. A dire che il calcio era marcio che le poltrone erano occupate da buffoni e da gente che doveva dimettersi etc etc… Tutti dicevano che era un pazzo… Ma aveva ragione!

    Ha detto che il Calcio italiano era un sistema votato al collasso. Che non aveva vie di fuga e che presto sarebbe imploso. Tutti dicevano che era un visionario… Ma aveva ragione.

    E’ da anni che parla di campionati europei unificati. Dice che al momento il calcio è fatto in modo che le federazioni si arricchiscono a spese dei club. I club investono e portano spettacolo e poi ricevono dei premi… Mentre i soldi… quelli veri… Li intascano le varie federazioni ed associazioni.
    Dice queste cose da anni e tutti lo prendono in giro… Ma avrà ragione anche su questo!

    Così come avrà ragione sull’adozione di metodi di gestione del bilancio come il tetto ingaggi e diritti d’immagine. De Laurentiis io non lo vedo un pazzo o un chiacchierone. Io lo trovo solo una persona che vede più lontano degli altri.

    P.S. Che poi la questione del “nessuno è incedibile se arrivano offerte importanti” non mi pare un offesa ai tifosi nè un eresia! E’ la realtà del calcio.

  5. Caro presidente, è vero,abbiamo tanti giocatori sotto contratto.Ma quasi nessuno è all’altezza di giocare in un club che si prefigge traguardi importanti.Percio’ cerchi di sfoltire il gruppo.Sicuramente ci perdera’ qualcosa.Ma gli errori fatti si pagano.Sfoltisca il gruppo e compri ALMENO 3 calciatori forti,tre titolari e la smetta con questa fissa dei giovani. Ai giovani vanno aggiunti calciatori di esperienza e sicuro rendimento,almeno uno per reparto.E noi ad oggi abbiamo solo Quagliarella con Hamsik e Lavezzi di grande prospettiva,ma pursempre in fase di maturazione.Percio’ se non vuole fare un campionato di centro classifica e brutte figure in giro per l’europa,regali qualche “zavorra” che è in organico e faccia almeno 3 GRANDI ACQUISTI!
    P.S. I diritti d’immagine presidè… i diritti d’immaginee!!

  6. X Capitano
    Ma come fate a dire che il sig.De La non vuole spendere dopo che nel campionato 2009-2010 ha speso più di 50 milioni di € per gli acquisti (ne ha incassati SOLO 8) ??? Che coraggio che avete!

  7. X Fray;
    Io credo (che esprimo la mia opinione, come te del resto, liberamente) che il Presidente non vuole far capire alla gente che non può competere con i grandi club, ti faccio degli esempi: Pazzini: questo è nome che ha inventato lui, che è stato smentito dal club di appartenenza e dallo stesso giocatore.
    Toni: Ha prima detto che era la punta che serviva, poi quando ha sentito le cifre sull’ingaggio ha detto che puntava solo sui giovani e Toni (se leggi i giornali) ha detto che è una persona poco seria il DeLa….potrei continuare all’infinito….con le sue uscite alla Zamparini, ma mi fermo. L’unica cosa che mi sento di dire a nome di tanti tifosi è che noi meritiamo UN NAPOLI ALL’ALTEZZA. Poi tu liberamente pensala come vuoi.

  8. sulla questione quagliarella sono stato censurato dalla redazione:non vi erano offese ne male parole ma solo l’espressione di un concetto riguardo la cessione del giocatore ed invitavo tutti i tifosi a far sentira la loro voce.

  9. Più che d’accordo con CAPITANO, inizio a pensare che Aurelio fa solo parole,i fatti sarà difficile vederli,poi se li farà tanto di cappello e la stima crescerà!

  10. è giusto essere riservati su questioni di mercato, però si eviti di piangere miseria, e di dire che non ci sono soldi per tre o quattro acquisti di qualità ,tutto qui,il presidente dovrebbe parlare meno ,fare più fatti,affrontare il problema di un san paolo a pezzi,fatiscente,fare meno dichiarazioni a vanvera come quella su quagliarella,oltretutto i tifosi sanno quanto prende solo di diritti..quindi..
    poi sia lui che mazzarri potrebbero ascoltare anche pareri come quelli di giocatori di rilievo che vogliono venire a napoli ,come aguero,e potrebbero anche lasciar capire su quali giocatori puntano,perche così alimentano malumori che non trovano risposte adeguate .
    dica quali sono i suoi progetti per lo stadio,quali investimenti vuole fare ,insomma non solo dichiarazioni fumose o lesive dell’immagine dei pochi campioni che abbiamo ,come le ingenerose accuse a quagliarella.
    finora nomi di illustri sconosciuti ,mentre campioni si dicono interessati al napoli ma a loro pare che gente di valore sicuro non ne vogliano sapere ,preferiscono gente da pagare poco e poi se giocano bene ,va bene altrimenti fanno come lippi ,mi sono sbagliato..un corno! chi ha responsabilità deve sapere bene cosa fare e dove vuole andare.
    crede forse che i napoletani non abbiano ambizioni? si sbaglia se è così venda tutto e vada via oltre che giocatori di qualità abbiamo bisogno anche di una dirigenza di qualità,che spenda bene i nostri soldi e non pensi ad incamerarli,insomma ci dica se è un napoletano orgoglioso o un conquistador spagnolo..
    ps: si ricordi che dopo cinque anni con maradona eravamo i migliori,non a caso lo costruì un npoletano di nome juliano ,un ds come Allodi,insomma gente che aveva l’orgoglio e la professionalità, che ci vuole per vincere.

  11. nel frattempo il napoli si èperso ,lodeiro,andato all’aiax per quattro milioni di euro..è una pazzia!

    adesso ci sarebbe villalba ,ma credete che lo prenderemo..??neanche per sogno ,magari lucarelli,gilardino, pazzini e perchè no ..montolivo!
    la carta di musica in mano ai non vedenti!

  12. “quest’anno abbiamo i conti in rosso per aver dovuto pagare il premio uefa a marino e donadoni”così si è espresso il presidente. 3/400mila euro hanno mandato le casse del napoli in tilt e quindi non abbiamo nessuna speranza che il napoli possa essere diverso dal genoa,cagliari udinese e catania che comprano a cinque e vendono a dieci per finanziarsi a meno che il presidente,parte degli 80milioni che mette in tasca,perchè120mil meno 40mil di spese gestione e stipendi,non decida di metterli a bilancio anzichè sul proprio conto corrente.

  13. Complimenti a qualche tifoso che, dopo tanti post su altri articoli, pro De Paperoniis, ha capito finalmente la strategia del logorroico presidente. Meglio tardi che mai!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here