Mazzarri: “Di Fred parlerò quando e se sarà ufficiale”

6
91

Riposo “attivo”. Perché la spina non l’ha ancora staccata. I preparativi per il ritiro di Folgaria e un’occhiata interessata ai Mondiali. Scolpita nella memoria, l’impresa straordinaria del suo Napoli. Walter Mazzarri e un sesto posto da applausi. Tra poco si ricomincia. Tutto di corsa. «Prima mi godo dieci giorni di vacanza». Poi sarà bello carico. Perché il condottiero di San Vincenzo vive e respira calcio. Colorato d’azzurro, ovviamente.

Allora Mazzarri, De Laurentiis l’ha definita il valore aggiunto di questo Napoli.
«Sono felice e ringrazio il presidente che mi elogia pubblicamente. Quello che abbiamo fatto è sotto gli occhi di tutti, proveremo sempre a migliorare. Ovviamente non sarà semplice: le squadre che hanno fallito il campionato appena concluso cercheranno il riscatto. E poi abbiamo l’avventura dell’Europa League».

Contratto triennale. Sarà un Napoli all’insegna di Mazzarri
.
«Mi piacerebbe costruire un ciclo. Ci sono tutti i presupposti. Credo di poter far bene, ma dobbiamo sempre ragionare in modo logico considerando le nostre forze e quelle degli altri».

Se ne parlerà dopo il mercato. Adesso la priorità sono le cessioni.
«La strategia della società è molto chiara. Dobbiamo pensare a sfoltire l’organico. Chi arriva, deve sostituire uno che parte. Ma le scelte vanno ponderate bene».

In che senso?
«Il Mondiale ci sta dando un insegnamento. La coesione del gruppo è fondamentale per andare avanti. I valori tecnici da soli non bastano. Lo spirito di sacrificio è un presupposto indispensabile. È un discorso che vale in generale e a maggior ragione per il Napoli. Dobbiamo stare attenti a non sbagliare».

Il ct della Slovacchia, Weiss, insiste con Hamsik mediano.
«Nel suo dna ci sono i gol e può sembrare fuori logica portarlo dietro. Io l’ho fatto in determinate circostanze per avere qualità in mezzo al campo. Potrei farlo solo se avessi giocatori più bravi di Hamsik davanti, altrimenti perderei il suo apporto in fase realizzativa».

Il ds Riccardo Bigon ha confermato l’interessamento per Fred del Fluminense. È un attaccante che le piace?
«Faccio fare le nostre valutazioni al nostro direttore sportivo. Parlerò quando ci sarà l’ufficialità, sia per lui, se sarà, sia per altri».

Punterà su qualcuno che rientra dai prestiti?
«Chi resterà, ovviamente, parlerà con me e dovrà capire le regole del gruppo e accettarle. Il contesto generale vale più dell’interesse dei singoli».

Fonte: La Republica

6 Commenti

  1. Mazzà lo hai detto stesso tu che Frednon lo conosci proprio,mo non rimangiarti le parole,i numeri parlano chiaro,non è un grande attaccante,spero che non arrivi a Napoli e se arriva(SE) preghiamo che segni tanti ma tanti goal se no stiamo inguaiati!Il Napoli per me è totalmente su altri giocatori!Con questi non peggioriamo ma sicuramente non facciamo il salto di qualità!Quindi mi aspetterei qualche sorpresa

  2. Comunque la sicurezza mostrata dal presidente nel parlare è strana, può darsi ci siano bei colpi da rivelare nel momento opportuno e di cui finora non si è parlato per non far salire il prezzo dei veri obiettivi!Speriamo bene

LASCIA UN COMMENTO