Diritti collettivi TV: Il giudice respinge il ricorso di Conto TV

1
38

Era una decisione molto attesa quella del Tribunale Civile di Milano.
Il network satellitare toscano, aveva presentato ricorso alla Corte d’appello di Milano, per provvedimenti cautelari, ex articolo 33 della legge 287/1990, per bloccare la gara o cancellarla avendo ravvisato nella sua assegnazione il mancato rispetto dei criteri di tutela della concorrenza.
Il giudice Claudio Marangoni della Sezione Specializzata Proprietà Industriale respingendo il ricorso cautelare di Conto Tv, non ha sospeso gli effetti del contratto tra la piattaforma DTV Sky e la Lega calcio per la trasmissione delle partite di serie A delle prossime stagioni.
La decisione era molto attesa, in particolare dalle società di serie A, perché consente di scrivere a bilancio la quota dei diritti TV cambiando radicalmente il conto economico della stagione appena passata, il che permette a molte società di iscriversi al prossimo campionato ed operare nella prossima sessione di calciomercato.
Il primo pronunciamento era stato favorevole ai ricorrenti, ma era stato poi annullato dalla Corte d’appello che aveva stabilito la competenza a decidere della Sezione Specializzata Proprietà Industriale.

Domenico Infante – Redazione Napolisoccer.NET

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO