Il Napoli non graffia e Samp vola in Champions

7
83

L’ultima giornata di serie A laurea nuovamente l’Inter campione d’Italia ed assegna alla Samp i preliminari di Champions League grazie alla vittoria di misura sul Napoli quest’oggi a Marassi. Gli azzurri sono scesi al Luigi Ferraris, su un terreno stranamente in condizioni pietose, senza particolari motivazioni, con una formazione inedita per via delle assenze di Gargano, Lavezzi e Hamsik, ma ciò nonostante hanno onorato fino alla fine un campionato che li ha visti raggiungere con una giornata di anticipo quel sesto posto, obiettivo stagionale dato dalla società. Nella prima parte di gara la Samp è apparsa alquanto nervosa e bloccata psicologicamente sicuramente determinato anche dall’immediato vantaggio a Bergamo del Palermo, una situazione che comprometteva non poco i piani di Garrone che aveva invitato tutta la tifoseria blucerchiata a raccogliersi attorno alla squadra per spingerla nell’Europa che conta dove mancava da diciotto anni, quando gli idoli dei doriani erano Mantovani, in primis, poi Vialli e mancini su gli altri.
Il Napoli ha potuto invece giocare e giostrare in scioltezza non avendo più niente da chiedere alla classifica, a tratti è sembrato padrone del campo nonostante le incursioni del talentuoso Cassano che nell’immediata vigilia aveva spocchiosamente provato a tranquillizzare mister Delneri, attualmente in procinto di seguire Marotta alla Juve, garantendogli che nonostante gli acciacchi sarebbe stato della gara anche con una sola gamba. E Fantantonio, al quale ci siamo abituati a perdonargli quasi tutto, è stato la vera spina nel fianco della retroguardia azzurra, ha provato in tutti i modi a penetrare tra le maglie della difesa senza però mai avere la meglio rispetto alle attenzioni riservategli da Grava in marcatura e da De Sanctis tra i pali. Infondo le occasioni più ghiotte della prima frazione sono del Napoli che ha trovato, fin quando c’è stata gara, in Cigarini una buona regia capace di innescare al 18° la velocità di Maggio il cui tiro in corsa costringe ad un difficile intervento Storari, bravissimo nell’occasione a distendersi ed a salvare il risultato. Poi ancora al 27° dopo uno scambio con Zuniga è sempre l’ex regista dell’Under 21 a servire sottomisura Denis che da pochi passi manca clamorosamente il tap-in vincente ed infine al 34° una pericolosissima incornata di Quagliarella mette i brividi al Ferraris che sprigiona un applauso liberatorio a favore di Storari che devia in angolo e riesce a mantenere ancora una volta la sua porta inviolata.
Nella ripresa dopo soli sei minuti la Samp si scrolla di dosso tutte le sue paure, Ziegler dalla destra pennella una punizione per la testa di Pazzini che sfugge al controllo di Santacroce ed infila De Sanctis, che appare però in difetto d’uscita. Comunque sia la partita a questo punto si spegne definitivamente e non regala più niente da consegnare alla memoria del calcio nostrano se non un numero di Quagliarella al 55° che si beve con una finta un paio di difensori doriani e di sinistro incrocia verso Storari che gli nega nuovamente la gioia del gol. Ultima annotazione è per il giovane della primavera azzurra Maiello al quale mister Mazzarri regala, anche se per meno di dieci minuti, l’emozione del debutto in serie A. Da oggi per la maggior parte della rosa scattano le vacanze ed il meritato riposo in attesa della prossima triplice avventura azzurra che vedrà impegnata cronologicamente la squadra in Europa League, Coppa Italia e Campionato.
Mentre per altri invece comincia il ritiro con le rispettive nazionali, perché il Napoli e Napoli avranno un nutrito plotone che ben ci rappresenterà ai prossimi mondiali in Sudafrica. Allora a tutti un in bocca al lupo … e che crepi!

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.NET
 

7 COMMENTS

  1. Faccio i complimenti alla squadra per averi fatto vivere una bella stagione,con le sue delusioni e i suoi momenti di gloria,ma bella!Abbiamo raggiunto un traguardo e ora voglio dare fiducia in questo mercato perchè per fare bene in coppa e campionato serve una squadra seria e competitiva, purtroppo io non riconfermerei Hoffer e per quanto riguarda Denis può fare il sostituto della prima punta, è un bravo ragazzo è professionale però il titolare deve fare goal,parecchi goal,se poi decidiamo di prendere Matri(che è un buon giocatore almeno per me,13 goal sono sempre 13 goal,e poi è un ragazzo scuola Milan)farei rientrare Denis più un grosso conguaglio economico per prendere una forte prima punta così abbiamo sia Matri che la prima punta da 20 e passa goal,anche perchè non penso che Matri sia in grado di sopportare campionato e coppa,inoltre questo è il ruolo dove non dobbiamo assolutamente sbagliare a comprare e se è necessario dobbiamo spendere anche 30 milioni per prendere un giocatore forte,io guardarei anche Luis Fabiano che vuole andarsene dalla sua squadra,il Pazzo credo che salterà,quindi dobbiamo guardare Gilardino,Fabiano,Dzeco(però ora non so a quanto ammonta il cartellino,io sapevo 25 milioni),insomma questi attaccanti,gli altri Torres e company non sono alla nostra portata! Poi per il centrocampista non saprei proprio, a difesa prenderei senza ombra di dubbio Bocchetti,il Genoa non ha voluto 8 milioni ne chiede qualcuno in più??Bene allora ultima offerta 10 e prendiamolo,poi prenderei un altro difensore almeno e come giovane in prospettiva il buon Acosta scambiandolo con Datolo(come avevano scritto)!Voi invece come pensate di rinforzare la squadra?COMMENTATE

  2. Oggi si è avuto la conferma che quello che noi tifosi chiediamo è la sacrosanta verità: CI SERVE UN GRANDE ATTACCANTE; Chi di voi crede che ad attaccanti invertiti (PAZZINI/DENIS) vincevamo noi tre a zero? Chi di voi crede che noi con Pazzini dall’inizio dell’anno avevamo 10/12 punti in più (fate il conto noi dove potevamo essere con questi punti in piu’). COSA VOGLIO DIRE CON QUESTO? Non si può prendere Denis anzichè Pazzini, non si può non prendere MIlito e farlo finire al Genoa. Biogn Cerca di essere più attento per il futuro; parole poche e fatti tanti FORZA NAPOLI

  3. hamsik…dzeko ci vogliono 40 mln(fonte gz dello sport)secondo me questo in germania ce’fa’bbarba’janca…dimmi se ti piace..20 mln gilardino non spendere 12 mln x matri…maccarone costa meno della metà i gol li ha sempre fatti e consapevole di accomodarsi in panca non ti crea problemi(spogliatoio compreso) poi x gli altri reparti ne riparleremo!!

  4. Ranocchia e Bonucci in difesa
    Palombo e De Agostini a centrocampo
    luis Fabiano in attacco

    via tutti quelli fuori ad eccezzione di Datolo e Mannini
    via Cigarini ( in prestito oneroso), Bogliacino, Aronica, hoffer, Rinaudo, Rullo,

  5. Tony66 sono d’accordo con te Gilardino farebbe proprio al nostro caso, e sono d’accordo anche su Maccarone,anche se io Matri lo vedo bene come sostituto della prima punta,è un buon giocatore,poi per i difensori e il centrocampista non so proprio

  6. Non capisco come mai se per la juventus questa e’ stata una stagione fallimentare ,per il napoli piazzarsi solo un gradino sopra deve essere una stagione fantastica.
    E’ andata sufficientemente bene , ma bisogna comprare ora solo grandi campioni ,o giovani promesse straordinarie

LEAVE A REPLY