Mazzarri: “Sono soddisfatto e innamorato della mia squadra”

0
67

Con la Samp mancheranno Lavezzi, Gargano e Hamsik. Denis ha la febbre.
"Da Cigarini mi aspetto sempre il massimo. Dopo la partita di Genova io e il presidente definiremo le linee programmatiche per il futuro"
Nella consueta ed ultima intervista alla vigilia di una gara per la stagione 2009/2010, il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, ha parlato della sfida contro la sua ex squadra, la Sampdoria, e dei progetti per la prossima stagione in azzurro. Ecco quanto riportato sul sito ufficiale del club: "Sono soddisfatto e innamorato della mia squadra – ha affermato l’allenatore del Napoli".
"Mi fa piacere tornare a Marassi, c’è un bel rapporto con tifosi ed ambiente. Per me sono stati due anni intensi e sono certo che all’inizio proverò un po’ di emozione. Ma appena comincerà la partita sarò concentrato solo a dare il massimo degli input per il Napoli".

Con quale spirito affronterete l’ultima partita?

"Noi abbiamo conquistato il nostro obiettivo, è vero, ma a noi nessuno ha regalato niente. A Genova mi conoscono e sanno benissimo qual è il mio spirito: bisogna affrontare ogni partita con la massima attenzione".

Un giudizio sulla stagione del Napoli…

"Sono contento e orgoglioso. Io e il mio staff siamo venuti qui e abbiamo trovato un ambiente piuttosto depresso. I ragazzi sono stati straordinari nel risalire la corrente. L’ho già detto: al tempo era impensabile parlare di Europa. Oggi abbiamo raggiunto l’obiettivo. I rimpianti ci sono solo nel fatto di aver conquistato nella nostra gestione più punti della Sampdoria. Col senno di poi potremmo dire che oggi staremmo a parlare di uno scontro Champions domani a Marassi. Ma il calcio è fatto da tanti piccoli particolari. Io sono contento di aver raggiunto l’Europa League"

Mister, il futuro è già partito?

"Io e il Presidente De Laurentiis ci sentiamo costantemente. Abbiamo grande sintonia e ci vedremo appena terminato il campionato. Dopo la partita di Genova definiremo le linee programmatiche per il futuro".

In realtà Mazzarri ha anche dichiarato che dopo la partita di Marassi, oltre a definire le strategie per la prossima stagione, con De Laurentiis ci sarà anche da sistemare il suo contratto e quello dei suoi collaboratori.

Avere giocatori del Napoli ai Mondiali è una soddisfazione in più?

"Sì, è una gioia. Personalmente ho un rapporto con i miei ragazzi, non dico da padre, ma sicuramente da fratello maggiore. Sono innamorato di questo gruppo, e vedere giocatori azzurri ai Mondiali è una testimonianza di grande crescita sia dei giocatori che del club. Siamo orgogliosi e tifiamo tutti per un loro successo personale".

Riportiamo di seguito ancora alcune dichiarazioni del tecnico non pubblicate sul sito ufficiale:
LAVEZZI: "Il Pocho partirà per l’Argentina. Abbiamo parlato, il rapporto è molto buono. Sono un po’ come il suo fratello maggiore, gli do tanti consigli. Mancheranno pure Hamsik e Gargano, Denis ha un po’ di febbre".

CIGARINI: Il centrocampista azzurro dovrebbe partire titolare nella sfida con la Sampdoria: "Mi aspetto che dia il massimo come ogni volta che è stato impiegato".

DATOLO: Potrebbe esserci spazio nel Napoli del futuro per il giocatore argentino che rientrerà dal prestito all’Olympiakos? "In linea di principio non mando via nessuno ma chi resta qui deve essere felice e rispettare le mie scelte. Altrimenti ci salutiamo e ognuno per la sua strada".
 
CASSANO: "Noi due abbiamo avuto un buon rapporto. Ci siamo abbracciati dopo l’ultima partita, quello che ci siamo detti, resterà tra noi. Ha avuto i due anni migliori della carriera, ha contribuito a portare la Samp in alto. Poi le strade si sono divise".

Redazione NapoliSoccer.NET  – Intervista tratta da sscnapoli.it



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here