Mazzarri: “E’ stata una grande emozione ed una grande soddisfazione poter ringraziare il pubblico”

3
62

Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri, intervenuto in sala stampa, ha rilasciato alcune dichiarazioni, commentando la vittoria sull’Atalanta ed il sesto posto degli azzurri: “Oggi avevamo l’Atalanta che è una squadra che non meritava di retrocedere, soprattutto da quanto è arrivato Mutti. Devo dire la verità non è stato il solito Napoli arrembante che ha chiuso le squadre avversarie nella propria metà campo. Poi dobbiamo anche dire che c’erano diverse novità in campo. Non sarà facile tenere sempre un atteggiamento così spregiudicato con le tre punte nel prossimo campionato.
Sono contento per Quagliarella, nonostante gli acciacchi ed i problemi che ha avuto quest’anno è andato in doppia cifra e mi dispiace per Lavezzi che oggi non ha segnato e che non ci sarà nella prossima partita perché era diffidato.
I complimenti vanno fatti a questa gente. Al pubblico ho cercato di farlo capire con la gestualità quando ho fatto il giro di campo, questa è un’altra grande soddisfazione che mi sono tolto. E’ stata una grande cornice di pubblico, una grande soddisfazione ed una grande emozione. Oggi son felice davvero. A Napoli sono molto svegli, percepiscono subito quando una persona arriva e vuole vendere fumo ed io non vendo fumo. Questo la gente me l’ha riconosciuto. Credo che se il pubblico ci viene dietro tutti possiamo avvantaggiarcene e costruire qualcosa di importante per il futuro. La società è normalmente gestita. Se siamo arrivati a questi traguardi è anche merito del direttore sportivo. Io e lui insieme abbiamo fatto al 50 percento tutto quello che avete visto sul campo. Siamo in sintonia su tutto e questo si è visto in termini di impegni. A volte ci sono i direttori generali e gli amministratori delegati ma questo è più un fatto amministrativo. Bigon lo conosco da tanti anni e come intenti è la persona ideale. Il Napoli merita emozioni. Il pubblico quest’anno ha vissuto delle belle partite. Quando vede una squadra propositiva che attacca e non si arrende mai è già un grande risultato. E’ stata un’annata contraddistinta da grande gioco, a parte oggi che è stata una partita poco brillante, anche se non abbiamo sempre concretizzato. Si è perso soltanto 4 volte, a Udine, a Bologna e le due nefaste partite in casa che dal punto di vista del gioco meritavamo di vincere 3-0. Sono partite che non ci hanno permesso di fare ulteriori passi in avanti, ma si sarebbe fatto l’impossibile. Il sesto posto qui era arrivato l’ultima volta ai tempi di Lippi, e sottolineiamo come si è era partiti quest’anno.
I risultati con la Juventus so che sono anche una rivalsa sociale. Per due volte in campionato l’abbiamo messa sotto. Bisogna dire che è stata un’annata eccezionale. Il calcio è bello perché una squadra deve fare sempre la sua partita, questa è la lealtà dello sport, guardate il Chievo che partita era venuto a fare al San Paolo e faremo così anche noi a Genova con la Sampdoria facendo la nostra partita. Sono legato alla gente di Genova ma devono apprezzare il fatto che faremo la nostra partita. Le linee programmatiche le da sempre la società. Il Presidente sfonda una porta aperta parlando di acquisti, è normale che un allenatore vuole avere sempre i migliori giocatori. L’ho già detto per fare l’Europa bisogna avere almeno 22 giocatori. Ci saranno da fare tre competizioni. Bisogna essere chiari con la gente perchè ho già avuto l’esperienza di fare le coppe con la Samp, e giocando sia la domenica che il giovedì qualche punto in campionato può essere che lo perdiamo per strada. Valutiamo bene tutta questa serie di situazioni. Quando alla gente si parla chiaro credo che poi si venga apprezzati”.
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella – NapoliSoccer.NET
 

3 Commenti

  1. complimenti a te mazzarri, hai pilotato una squadra in coppa uefa, oggi la gioia e tripla, noi 6 posto , juve ai preliminari (deve ringraziare roma e inter che sono andate in finale coppa italia)e ATALANTA con il suo super tifoso FELTRI in serie B.

    forza napoli.

  2. Caro mister, come tifoso la ringrazio di cuore per la professionalita’,ma soprattutto per l’attaccamento fin da subito che ha mostrato per questa squadra e la sua citta’ con la sua gente.
    Tra i personali desideri che come tifoso esprimo ci sarebbero quelli di non dar via Cigarini (gia’ l’anno scorso abbiamo rispedito un giovane molto promettente al mittente:Russotto) e inoltre di non portare a Napoli R.Bianchi.
    Spero si possano acquistare due forti centrocampisti fisici ma dai piedi buoni.Gargano,mister, non ha queste qualita’ e sarebbe sicuramente una valida alternativa quando affronteremo gli impegni di coppe per l’anno prossimo.

    Inoltre ringrazio ancora una volta il masaniello napoletano, quello che piu’ di tutti sente il peso di questa maglia:Fabio Quagliarella, fin troppo bistrattato da persone che forse dimenticano che è una seconda punta e che con le pecche che abbiamo in fase di costruzione di gioco di piu’ non poteva fare.Grande, immenso Fabio Quagliarella,grazie per l’impegno e l’amore per la nostra citta’!

LASCIA UN COMMENTO